Frey: “Quest’organico non è inferiore alla nostra Fiorentina. Ribery? E’ preoccupato”

Le parole dell’ex portiere viola

di Redazione VN
Frey-Pazzini-Kroldrup

Il grande ex numero uno viola, Sebastian Frey, è intervenuto ai microfoni di Radio Toscana. Queste le sue parole riguardo alle questioni più calde in casa Fiorentina:

Dal punto di vista della qualità individuale, la Fiorentina ha una squadra molto interessante. Questo collettivo, non è ancora esploso. Vediamo solo qualche lampo individuale, che magari fa portare a casa la partita. Non esistono salvatori della patria, non dobbiamo fare l’errore di pensare che tutto quello che ha ottenuto Cesare nel passato avverrà adesso. Differenze col passato? Toni c’era rimasto male perchè non avevo messo una foto in Champions con lui (Foto), poi ho “rimediato” mettendo delle foto insieme (Clicca qua). Questo per farvi capire quanto Luca tiene al gruppo che si era creato. Gli attaccanti sono diventati grandi perchè avevano un centrocampo e degli esterni importanti che permettevano a loro di esprimersi al meglio. Noi avevamo il gruppo, la nostra arma in più era lo spogliatoio. A livello di qualità la Fiorentina di adesso potrebbe anche giocarsela con noi. Oggi invece alla prima difficoltà, la Fiorentina scompare… I viola sono fragili, si devono ricompattare e credere nelle proprie qualità. L’obiettivo deve essere quello di tornare in Europa. Iachini? Ho capito anche da lontano, che non c’era una grande fiducia nel mister. Si era creata una rottura tale, che era necessario cambiare prima. Ribery? Franck è molto critico nei suoi confronti, e per questo è preoccupato per la situazione che si è venuta a creare. La sua leadership deve venire fuori, dopo che gli hanno concesso la fascia. Il messaggio che ha lasciato a Iachini (clicca qua) mostra quanto si sente importante per questa squadra. Franck è talmente generoso che si sacrificherà a prescindere dal compito che l’allenatore gli affiderà. E’ nella natura del francese

Leggi anche – Galli: “Prandelli giochi con il 4-3-1-2, Ribery trequartisra. Callejon? Sacrificio necessario”

Frey

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Eziogòl - 2 settimane fa

    la.fiorentina senza Chiesa, senza Bernardeschi è sparita dalla faccia della terra. Questo il popolame bòve un lo scrive e la stampa se ne guarda bene da scriverlo ma è così. Gente per noi essenziale, dai gobbi scarsoni qualunque. Ma è così e chi sa e ragiona colla su’testa sa bene che è così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mezio Fufezio - 2 settimane fa

      Il problema è che non c’è più Manzi in tv.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eziogòl - 2 settimane fa

        Ah..beh.. Da allora tutto è andato in malòra

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eziogòl - 2 settimane fa

    Ma sta’bòonooo, Sebastiano! La tua Fiorentina ha avuto 2 degli UNICI TRE CAMPIONI che hanno vestito la maglia viola da VENTI ANNI A QUESTA PARTE: TONI, MUTU (l’altro,il terzo, è Salah ma con Frey un c’ha gioàto)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BVLGARO - 2 settimane fa

    vediamo. dalle ultime prestazioni della squadra si evince purtroppo che senza Chiesa e con un Ribery spesso infortunato la rosa della viola è modesta pur avendo ottime individualità. speriamo che Cesare riesca a tirare fuori il sangue dalle rape

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy