Ex addetta stampa ACF: “Della Valle? Scudetto possibile, ma c’era chi non ci capiva”

Silvia Berti torna a parlare della Fiorentina e dell’era Della Valle

di Redazione VN

L’ex addetta stampa della Fiorentina Silva Berti è intervenuta a Radio Bruno Toscana:

Se ci fosse la minima possibilità di tornare in Fiorentina, non la coglierei: ho chiuso con la società viola dai tempi dei Della Valle. In quegli anni c’era l’occasione per provare a vincere lo scudetto, ma invece loro si affidarono a gente che di calcio non ci capiva niente.

“CARO FEDERICO, QUEL PRATO VERDE TI MANCHERA'”

Della Valle

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bati - 2 settimane fa

    Silvia Berti per me ha ragione. Diego DV si trovò ad un bivio, sceglierne uno tra i due suoi pupilli e far conseguentemente fuori l’altro. La cittadella e lo stadio erano progetti sempre più fumosi e lui abbandonò Prandelli che voleva lottare per lo scudetto e scelse il fido Corvino che invece lo faceva galleggiare risparmiando soldi e poi autofinanziarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    Glover fai qualcosa di utile invece di stare ad usare Thor per mettere i piace o non mi piace a iosa. Certo che ne hai di tempo. Bravo siamo orgogliosi di te.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. simuan - 2 settimane fa

      …beccato!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. simuan - 2 settimane fa

    …la signora dopo tanti anni farebbe bene a farsene una santa ragione…fu’ licenziata…son cose che succedono, poi pero’ si va’ avanti…piuttosto ci dovrebbe raccontare qualcosa della sua strepitosa carriera nel mondo della comunicazione calcistica…perche’ una brava come lei chissa’ quali societa’ avra’ rappresentato dopo…juve?…inter?…bayern monaco??…barcellona???…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. glover_3713546 - 2 settimane fa

    Silvia Berti è stata cacciata dalla Fiorentina nel giugno 2009, da Corvino e Cognigni… quindi potete immaginarvi a chi si riferiva

    Silvia Berti: “Fiorentina coi Della Valle? E’ stata persa una grande occasione. Tutto quello in cui credevo dilapidato da biechi e mediocri personaggi. Ora un futuro senza seminatori di zizzania”

    5 GIUGNO 2019

    L’ex addetta stampa della Fiorentina, Silvia Berti, si è lasciata andare ad uno sfogo espresso tramite il proprio profilo Facebook, ora che i Della Valle hanno praticamente lasciato il club viola: “Esattamente 10 anni fa, alle 11:10 del 5 giugno 2009, sono stata cacciata (anche un po’ umiliata) dalla mia Fiorentina. Sono stati anni amari vedendo che tutto quanto avevo creduto e sperato veniva dilapidato giorno dopo giorno da biechi e mediocri personaggi. Ma oggi non esulto, credo anzi che sia stata persa una grande occasione. Avremmo potuto essere grandi. In bocca al lupo alla Fiorentina che verrà sperando solo in un futuro più sereno e privo di seminatori di zizzania”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. glover_3713546 - 2 settimane fa

    La Berti ha perfettamente ragione… guardate l’Inter di adesso, rispetto agli ultimi 10 anni… adesso ha Ausilio DS e Marotta Direttore Generale, due uomini di calcio… noi prima avevamo DS Pradè e Macia e Cognigni Direttore Generale… quindi avevamo due uomini di calcio, bravi a trovare i calciatori, ma senza potere di firma, la quale era in mano ad un dilettante del calcio, che si affidava ai consigli di procuratori e mediatori come Ramadani ed altri, che logicamente prima facevano i loro interessi, che quelli della ACF Fiorentina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. glover_3713546 - 2 settimane fa

    La Berti ha perfettamente ragione… guardate l’Inter di adesso, rispetto agli ultimi 10 anni… adesso ha Ausilio DS e Marotta Direttore Generale, due uomini di calcio… noi prima avevamo DS Pradè e Macia e Cognigni Direttore Generale… quindi avevamo due uomini di calcio, bravi a trovare i calciatori, ma senza potere di firma, la quale era in mano ad un dilettante del calcio, che si affidava a procuratori e mediatori come Ramadani, che logicamente prima facevano i loro interessi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. glover_3713546 - 2 settimane fa

    Pradè:” Occhio all’omo nero”
    Parla così l’ex ds della Fiorentina Daniele Pradé al Corriere Dello Sport: “Il momento più bello da ds? «Il 4-2 alla Juventus. Per certi aspetti, però, metto anche le emozioni per la conquista della finale di Coppa Italia, la prima dell’era Della Valle». E il più brutto? «Per tutto quello che ha preceduto il fischio d’inizio, la finale di Roma. Quella è l’unica gara che mi sarebbe piaciuto rigiocare. Se non ci fosse stato tutto quel caos, la storia sarebbe stata diversa…». Chi l’ha aiutata di più alla Fiorentina? «La famiglia Della Valle con me è stata correttissima e mi ha voluto bene. Ho lavorato bene con Mencucci e Macia che mi hanno portato in viola, poi con Rogg e Angeloni. A livello societario e aziendale, la Fiorentina è un esempio, una macchina quasi perfetta. L’unico problema è stato il “demotivatore o l’omo nero” come veniva chiamato in società allora..e penso pure adesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Eziogòl - 2 settimane fa

    Onore a Silvia Berti! Rispetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    Ha usato un verbo “provare” che è quello giusto perché forse sarebbe stato irraggiungibile nella realtà. Comunque sarebbe stato giusto provarci ed invece fu comprato Benalouane (tra l’altro dall’attuale DS). Il problema è che sembra il susseguirsi degli eventi che come “nel giorno della marmotta” si ripetono quotidianamente. Prima Cognini-Pradè ed adesso Barone-Pradè. Mai come in questi due casi vale la formula che cambiando l’ordine dei fattori il risultato è lo stesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 settimane fa

      Non vorrei disilluderti, ma temo la signora Berti si riferisse al tuo amico che sta a Lecce. Poi, capisco tu ce l’abbia a morte con Pradé perché per due volte ha soppiantato l’amico che sta a Lecce di cui sopra, ma incolparlo della storia di Benalouane mi pare sfoggio di una disonestà intellettuale più unica che rara, perché sappiamo benissimo che Pradé avrebbe continuato ad investire, ma qualcuno pose un freno dall’alto. Poi, esistono dirigenti migliori di Pradé? Certamente, tantissimi, ma tra di essi non c’è il tuo amico che sta a Lecce, che è stato una sciagura, e tra l’altro, anche aver accostato la Fiorentina a Ramadani ci crea scorie che ci portiamo dietro tutt’oggi. In ogni caso, se ne hai tanta nostalgia, credo che un tifoso in più al Via del Mare faccia sempre comodo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

        Ora che me lo ricordi. Devo telefonargli per prendere l’olio. Gra, ue mi ero dimenticato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ginox - 2 settimane fa

    nomi e cognomi, please! Così è troppo facile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. glover_3713546 - 2 settimane fa

      I nomi sono facili: Gnigni, Mencucci e Rogg… con i casini che hanno combinato con i contratti di Salah, ed il padre di Milenkovic Savic, ecc

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. glover_3713546 - 2 settimane fa

        Le ultime due, brave persone per carità… ma che come uomini di calcio eravamo a livelli di dilettantismo. E lo hanno pure ammesso

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. biongborg - 2 settimane fa

    E infatti………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Leonard_21 - 2 settimane fa

    questo s’era capito da tempo. non allontanando gli incompetenti tuttavia i della valle ne son diventati complici

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Johan Ingvarson - 2 settimane fa

    Non è che si affidarono a chi non capiva di calcio (anche), ma non volevano svenarsi di tasca propria per il calcio, tanto meno per far vincere qualcosa alla Fiorentina.
    Per carità, legittima come cosa sia chiaro, ma è ovvio che al tifoso medio la cosa non faccia piacere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ale 1926 - 2 settimane fa

      ‘L’organizzazione competente’ è la vera risprsa di una società di calcio… In campo non vanno le valutazioni di Transfermarkt, ma le caratteristiche di ogni calciatore… Se compri per esempio, Amrabat e gli fai fare il regista, hai speso molto, ma il valore di apporto alla squadra sarè inferioe alle aspettative… Oggi fai presto a spendere 200 milioni, ma per cosa? Per i nomi più affidabili…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Eziogòl - 2 settimane fa

      Neanche al tifoso “superiore” co.e me,faceva piacere. Neanche alla curva,decimata dalle politiche di spionaggio attuate da dv&questura. Il tifose mediocre – altamente presente nei commenti su questo e su altri siti – invece,afflìtto son dalla nascita dalla bovità,era felice e contento dei della valle

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. dal greto dell'Arno - 2 settimane fa

        era difficile scrivere in italiano, o almeno provare a correggere gli errori di scrittura e ortografia, prima di inviare il commento?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. claudiog197_3585294 - 2 settimane fa

        Giuro che l’ho letto 3 volte fino in fondo

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy