Guerini a VN: “Arbitri? Penalizzati solo 4 stagioni fa. Anche Sousa e giocatori colpevoli”

Guerini a VN: “Arbitri? Penalizzati solo 4 stagioni fa. Anche Sousa e giocatori colpevoli”

L’ex viola ai nostri microfoni: “Non ci possiamo lamentare per gli arbitraggi. Difficile fare meglio senza lo stadio. Sousa? Quando perdi col Carpi ed il ‘Gladbach… “

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Tre i destinatari più o meno diretti dell’intervista rilasciata da Mario Cognigni a La Gazzetta dello Sport (LEGGI): il sistema arbitrale, Sousa e chi si occuperà della rivoluzione tecnica in estate (Corvino). Per commentare le parole del presidente esecutivo della Fiorentina, Violanews.com ha contattato l’ex giocatore, club manager e allenatore gigliato, Vincenzo Guerini:

“In questo periodo mi sto occupando dell’apertura di un ristorante, con bar e pizzeria, ad Acireale. E’ un’attività che mi occupa dalla mattina alla sera e mi ha aiutato a superare il distacco dalla Fiorentina. Sentivo di poter dare ancora qualcosa, ma con l’addio a Firenze la mia avventura nel mondo del calcio è finito. Va anche detto che neanche nei miei sogni mi sarei immaginato di chiudere da dirigente viola. Ringrazio i Della Valle che mi hanno dato la possibilità di farlo, è stato un piacere e un onore”.

Guerini, partiamo dal primo obiettivo dell’offensiva di Cognigni: gli arbitri.
“Mi rimase impresso il primo anno di Montella, quando il Milan ci tolse la Champions all’ultima giornata. Da lì poteva nascere qualcosa di diverso, anche a livello di investimento da parte della società. Certi episodi ti fanno pensare… Gli interessi in ballo sono enormi ed è giusto cercare di tutelarsi. L’episodio del 2013 è stato il più grave, ma negli altri anni gli obiettivi sono stati centrati. Non ci possiamo lamentare, non siamo stati penalizzati”.

Anche Sousa è stato tirato in ballo…
“La società è stata bersagliata dalla mattina alla sera dalle critiche. Ha le sue colpe, ma l’allenatore non può esimersi da questa presa di responsabilità. Quando sei eliminato dal Carpi in Coppa Italia e dal Borussia Mönchengladbach in quel modo, cosa c’entra la società? La rosa della Fiorentina non è come quella della Juventus, ma neanche come quella del Carpi o dell’Empoli. Pensare che prima della sconfitta di sabato scorso ti è andata bene che hai vinto al 90°(Cagliari e Crotone, ndr)… Le colpe sono anche dell’allenatore e dei giocatori, altrimenti è troppo comodo”.

Infine, le parole di Cognigni sul futuro: “Abbiamo bisogno di una nuova strategia e di coniugare meglio obiettivi a breve con una visione di medio periodo”.
“Ogni società ha voglia di vincere qualcosa, tanto più la Fiorentina che non ha vinto niente dall’arrivo dei Della Valle. Credo sia quello l’obiettivo primario, ma da fuori dico che finché non ci sarà lo stadio non si riuscirà a fare molto più di quanto non si è già fatto”.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bitterbirds - 3 anni fa

    manca solo l’opinione del magazziniere e poi le abbiamo sentite tutte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Claudio50 - 3 anni fa

    Sono abbastanza daccordo, tranne l fatto che e’ difficile fare meglio. grane come salah berbatov benalouan milincovic penso che si possano evitare, comprare tanto per comprare anche, una societa che intervenga decisamente quando le cose vanno male pure, un allenatore che remi dalla parte giusta e’ proprio difficile da scegliere. Allora vedi che se affini l tuo modo di lavorare migliori sicuramente anche senza tanti soldi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Etrusco - 3 anni fa

    Guerini dice verità che tutti sanno ma che molti fanno finta di non sapere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 3 anni fa

    Caro Vincenzo, hai detto delle cose che tanti non vogliono sentir dire. Devi dare le colpe solo ad una parte e scheirarti altrimenti o passi per ragioniere o per leccavalle, ricordalo.
    La distribuzione delle colpe non va bene, non te lo hanno detto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Elmauri - 3 anni fa

    Sugli arbitri ha ragone, evitiamo di fare vittimismo. È vero che in alcune occasioni abbiamo avuto episodi sfavorevoli, ma avete dimenticato come ci è andata bene con Roma e Juve (gol di Badelj viziato do fuorigioco e mani di Gonzalo su Pjaca non sanzionato)?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy