Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

esclusive

“Anvedi che ha fatto Gollini”: la lezione di Goicoechea e la contro-tesi Radu

“Anvedi che ha fatto Gollini”: la lezione di Goicoechea e la contro-tesi Radu - immagine 1
L'impostazione delle gerarchie in porta può cambiare dopo l'erroraccio in Conference?

Redazione VN

La domanda sorge spontanea, a maggior ragione adesso che Pierluigi Gollini è finito sul metaforico banco degli imputati: avendo due portieri teoricamente in grado di essere titolari, è giusto alternarli oppure deve essere stabilita una gerarchia? A corredo della nostra domanda, ecco alcuni esempi presi dal nostro campionato, in tempi più o meno recenti.

Due per un posto

Stagione 2012-13, Roma: Zdenek Zeman ha a disposizione Stekelenburg e Goicoechea, gioca il primo generalmente fino a fine ottobre, poi subentra il secondo. Un'alternanza che è più un avvicendamento, ma comunque il ruolo di numero 1 non è chiaro. Goicoechea però a febbraio contro il Cagliari si produce in una papera clamorosa buttandosi letteralmente la palla in porta su cross di Avelar, e da lì in poi gioca solo un'altra volta, proprio contro la Fiorentina, fino al termine della stagione.

Uno e uno solo

Stagione 2021-22, Inter: Handanovic gioca tutte le partite, anche quelle di Coppa Italia, e quando un piccolo infortunio lo tiene fuori dal recupero di fine aprile contro il Bologna la sua riserva Radu con un errore palla al piede regala di fatto lo scudetto al Milan. Quest'anno, memore di ciò, Inzaghi sta alternando lo sloveno e Onana, arrivato in estate.

Così non va

Gollini ieri ha fatto qualcosa di clamoroso quasi quanto Goicoecehea: perché uscire quando si poteva tranquillamente indietreggiare assecondando il rimbalzo del pallone? Perché, una volta in affanno, non appoggiare in fallo laterale? Questione di pochi attimi, qualcosa non ha funzionato. E ora? Accantonare Gollini alla maniera della Roma con Goicoechea dando fiducia a Terracciano? In effetti quello del portiere ex Atalanta è un prestito con diritto di riscatto, non c'è nemmeno chissà quale investimento da salvaguardare. E se poi Terracciano diventa il numero 1 indiscusso e si fa male? Gollini rischia di fare come Dragowski nella passata stagione, poco impiegato e sempre disastroso. La grana portiere è solo uno dei grattacapi che Italiano deve risolvere, la sosta dopo il Verona serve come il pane.

tutte le notizie di