VN – Ceccherini ai saluti, ma c’è il veto di Iachini. Prima vuole un sostituto

Accordo tra Fiorentina e Verona per il passaggio del difensore in gialloblu, ma il tecnico vuole garanzie

di Nicolò Schira

C’è l’accordo, ma non ancora la conclusione ufficiale dell’affare. Il Verona ha il “sì” della Fiorentina per il passaggio in gialloblu di Federico Ceccherini. L’operazione è ben avviata, con l’affare che si può chiudere in prestito con diritto di riscatto. Il momentaneo stop al trasferimento arriva però direttamente da Beppe Iachini: prima di liberarlo il tecnico viola vuole un sostituto, visto che l’ex Crotone e Livorno ha giocato da titolare – al posto di Pezzella – le prime due gare di campionato. I tempi dunque si allungano al weekend, dopo Fiorentina-Samp che si giocherà venerdì sera.

ANCHE SAPONARA IN PARTENZA: CARLI SPINGE PER PORTARLO A PARMA

 

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Barsineee - 3 settimane fa

    il veto di Iachini … tanta roba eh … se no? si dimette? ahahahahahahaha mapppeffavorreeee via! Siamo seri. Beppone ha l’occasione della vita di allenare una squadra con un minimo di blasone e si dimette per un Ceccherini qualsiasi? Capirei per la Carola qua sopra ma per Ceccherino nooo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. france - 3 settimane fa

    Io spero che siano tutte giornalate perchè è veramente fastidioso leggere tutti i giorni di quello che va via,quell’altro che non vuole rinnovare un altro ancora ha il si al trasferimento della Fiorentina ma Iachini non lo vuole mollare prima di avere un sostituto…
    Fosse per i giornali si percepirebbe un aria di smobilitazione che non credo corrisponda a verità.Se poi ci aggiungiamo gli ultimi attacchi di parte della stampa o politici/opinionisti a Rocco Commisso addirittura per le parole che usa fomentando in questo modo anche parte dei tifosi(senza opinioni proprie evidentemente)che ogni poco telefonano o commentano indignati contro Rocco che offenderebbe Firenze l?Italia e bla e bla e bla…..
    Sono sinceramente preoccupato dell’aria che si sta respirando intorno alla Fiorentina…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. riccioloviola - 3 settimane fa

      Io non vivo a Firenze ma ci sono stato da bambino per cui non riesco a capire tutto questo malumore che serpeggia all’interno del mondo viola!Pezzella che non vuole rinnovare, Chuesa che non si sa che cosa vuole fare (però non si pronuncia!) Milencovic che non rinnova! Qualcuno sa veramente cosa sta succedendo?? Domanda rivolta anche al Dott. PESTUGGIA grazie e buona serata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CippoViola - 3 settimane fa

        Scherzi? Firenze è un posto terribile sei stato fortunato quando sei stato da noi da piccolo; i bambini che non vengono mangiati subito (siamo tutti comunisti, anche quelli di destra), sono mandati a lavorare nelle cave di amianto che si trovano nelle vicinanze del centro sportivo, altri vanno giù a pompare via l’acqua che sgorga perenne dalle sorgenti poste proprio sotto i bagni del Franchi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. riccioloviola - 3 settimane fa

          Mi spieghi con parole tue quello che vuoi dire? Grazie

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ilRegistrato - 3 settimane fa

        Semplice, il calcio negli ultimi dieci anni ha subito una trasformazione profondissima. I proventi derivanti dai diritti televisivi sono aumentati in maniera enorme anche grazie all’apertura di nuovi mercati in particolare quello asiatico (la partita delle 12 serve proprio per offrire un evento in diretta al mercato asiatico a un orario decente per loro). Al tempo stesso questi ricavi sono stati canalizzati su pochi grandi club tanto che pagare il cartellino di un calciatore 100 milioni, cosa che fino a non molti anni fa sarebbe stata assurda, è diventata una spesa facile da sostenere per questi pochi club ricchissimi. La Fiorentina non è né un club ricchissimo e non è neppure nella fascia medio-alta a livello italiano (a livello europeo non ne parliamo nemmeno). Dunque per un bravo calciatore la Fiorentina è al massimo un trampolino di lancio. Uno che gioca bene nella Fiorentina può facilmente guadagnare il doppio (caso di Biragi l’anno scorso) o anche tre volte quanto guadagna alla Fiorentina (può essere il caso di Chiesa o Milenkovic quest’anno). Se poi un calciatore è davvero forte il moltiplicatore può diventare anche quattro o cinque. Siccome noi tifosi della Fiorentina si pensa ancora di essere nel secolo scorso quando ancora si poteva trattenere un Antognoni o un Batistuta si innesca delle polemiche che alla luce dei rapporti di forza economici sono assurde.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. simuan - 3 settimane fa

      …io l’accanimento non ce lo vedo…vedo una societa’ che si e’ incartata da sola su diverse situazioni importanti, Commisso non ha scelto bene i collaboratori e i nodi vengono al pettine…nodi cosi’ evidenti che anche i giornalisti non hanno potuto piu’ ignorarli e qulacuno finalmente sta’ facendo presente la cosa…certo e’ innegabile che nelle argomentazioni e negli scenari giornalistici presentati fino ad ora mi ci riconosco il giusto…tanta ripetizione meccanica, poca logica, poca competenza, molto pettegolezzo…resta il fatto che i problemi esistono e sono tutti autoinflitti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy