Milik: una strada può essere il “metodo-Chiesa”, Fiorentina attenta agli sviluppi

Arek Milik tra pochi giorni potrà accordarsi con un nuovo club, ma il Napoli continua a sparare alto per il polacco

di Redazione VN
Milik
Tra due giorni, Arkadiusz Milik sarà libero di firmare per qualsiasi squadra. In rottura con il Napoli dopo aver rifiutato il prolungamento del contratto e una serie di destinazioni. Il suo grande obiettivo è sempre stato la Juve – racconta il Corriere dello Sport – ma in estate l’affare non andò in porto e poi saltò anche il trasferimento alla Roma. Le due operazioni restano vive, ma entrambi i club sono pronti a chiudere a zero. Appunto. Milik è fuori dalle liste azzurre e in Polonia sono stati molto chiari con lui: se a gennaio non ricomincerà a giocare, non sarà convocato per l’Europeo. Il Napoli, per il momento, non fa sconti: per lasciarlo andare chiede 18 milioni di euro. Va da sé che, soprattutto in tempi di crisi, è quasi impossibile trovare qualcuno disposto a investire su un giocatore in procinto di svincolo. Un’ottima occasione, ma con la prospettiva di stare fermo altri sei mesi, dicendo addio alla rassegna continentale. Se nessuno offrirà quanto chiede il Napoli, l’unica strada potrebbe essere il prestito, previo rinnovoI corteggiatori non mancano: la Fiorentina lo vorrebbe subito. L’Atletico vorrebbe sostituire Diego Costa con un attaccante più giovane. In Premier lo seguono Newcastle, West Ham e Tottenham. Sullo sfondo restano la Juve e la Roma, pronte a ingaggiarlo a zero. Milik non gioca in azzurro dall’8 agosto, con il Barça in Champions.
Milik
Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images
4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Kewell - 3 settimane fa

    Ma fatela finita con questo Milik… gia per diverse ragioni è impossibile scelga la Fiorentina, figuriamoci poi se Brodè riuscisse a prende uno bono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. jackfi1 - 3 settimane fa

    Ah quindi la tattica di Pradè sarebbe fare come a settembre. Aspettare gli ultimi giorni e sperare che qualcuno sia libero, salvo poi rimanere con il cerino in mano. Devo dire che come tattica nell’ultimo anno e mezzo ha reso molto, quindi è giusto insistere su questo metodo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. simo911 - 3 settimane fa

      Basterebbe leggere per capire che la tattica non è quella. La tattica ipotizzata nell’articolo è : prenderlo a gennaio in prestito (previo rinnovo col Napoli) facendo leva sulla sua necessità di giocare per andare all’europeo, fissando già adesso le condizioni x l’acquisto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. jackfi1 - 3 settimane fa

        Basterebbe capire l’ironia. Poi secondo te, questa tattica si verifica il primo giorno di mercato o l’ultimo? La juve chiesa lo ha preso il primo giorno di mercato?

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy