calciomercato

Duttilità, tecnica e gol: Jack di Cuori, un nome che affascina. La Fiorentina ci prova

Bonaventura è "disoccupato", la Fiorentina ci pensa seriamente. Perché non provarci? La sua classe non si discute, la condizione fisica sì perché lo stop a causa dell'infortunio è stato lungo

Stefano Niccoli

Regina di cuori, come cantava Piero Pelù? No, piuttosto Jack di Cuori. Il nome affascina e non poco. La Fiorentina sta pensando seriamente a Giacomo Bonaventura, svincolatosi dal Milan alla fine della stagione 2019-20. Nonostante sia disoccupato, il Ct Roberto Mancini lo ha convocato in nazionale. Con la maglia azzurra sfiderà la Bosnia domani sera al Franchi. La sua futura casa? Vedremo.

La concorrenza non manca perché anche il Benevento di Pippo Inzaghi lo ha messo nel mirino, ma non provarci sarebbe un peccato. L'occasione è ghiotta e tanti sperano nel suo arrivo a Firenze. Jack di Cuori, come lo chiamavano a Milano, è uno dei giocatori più esperti e intelligenti della Serie A. Mediano, mezz'ala, esterno, trequartista: dove lo metti, sta. Duttilità, ma anche tecnica. Il piede destro è sopraffino. Rivedere, solo per fare un esempio, il gol dell'1-1 segnato al Napoli. Già, i gol. Bonaventura li ha nel sangue. Nella stagione conclusasi da poche settimane, è stato uno dei pochi centrocampisti del Diavolo in grado di inserirsi nell'area avversaria (ricordate la rete al Torino in Coppa Italia?).

Calciatore completo, tuttofare. Non a caso titolare fisso in nazionale e nel Milan. Almeno fino all'infortunio al ginocchio sinistro subìto nell'ottobre 2018. La classe non è in discussione, la tenuta fisica sì perché lo stop è stato lungo. Il fatto, però, che Jack sia accostato alla Fiorentina fa capire quanto Commisso tenga a riportare in alto la viola.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso