Bonaventura, affare ai dettagli. Le lacrime, l’amore dei tifosi e Federica: il lato umano di Jack

Bonaventura, affare ai dettagli. Le lacrime, l’amore dei tifosi e Federica: il lato umano di Jack

L’ex Milan diventerà presto un giocatore viola, ma oltre al campo c’è molto altro da scoprire su di lui

di Redazione VN

Primo agosto 2020, fischio finale di un torrido Milan-Cagliari. Nel cuore di un Meazza semi deserto s’intravede il volto del ragazzo con la 5 rossonera sulle spalle, rigato dalle lacrime. Tutto attorno il silenzio. Avrebbe meritato un addio diverso Giacomo Bonaventura, discreto anche nel congedo nonostante un credito d’affetto lungo sei anni. La sua avventura al Milan è appena finita, passata come un treno in mezzo alla tempesta, perché solo un tipo come lui poteva rimanere nel cuore di chi, dopo 26 anni di successi, sta provando a digerire un medioevo avaro di soddisfazioni e pieno zeppo di comparse. Jack è fatto così: semplice, essenziale, qualcuno lo definirebbe “professionista d’altri tempi”. Qualità che difficilmente lasciano indifferenti. E infatti, preso atto della fattibilità economica dell’operazione, la Fiorentina non ci ha pensato due volte prima di affondare il colpo. La trattativa è ai dettagli, manca poco per il nero su bianco (contratto biennale).

Tornando al lato umano, Bonaventura è anche questo: non solo un giocatore di qualità, duttile, tatticamente intelligente e abile in zona gol, ma anche un ragazzo con la testa sulle spalle ed una capacità di influire positivamente nello spogliatoio da non sottovalutare. La nuova avventura professionale sarà solo una delle grandi novità che caratterizzeranno la coda d’estate dell’ex Milan: un mese fa il matrimonio con la  bellissima Federica Ziliani, fidanzata storica dell’ex Milan laureata in medicina e chirurgia all’Università di Brescia e attualmente specializzanda alla facoltà di medicina dello sport dell’Università di Milano Bicocca. Una cerimonia riservata, in pieno stile Bonaventura, celebrata a San Severino Marche, paese natale del giocatore. Questione di tempo ed ecco un altro lieto evento: Giacomo e Federica presto diventeranno genitori. Nel mezzo, come detto, l’inizio di un nuovo capitolo nella carriera di Jack. A Firenze.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Violaviola - 2 settimane fa

    Si è strappato il giocatore ad una foltissima concorrenza, presto Daniele fallo firmare è a parametro zero, gli si può dare un cifra importante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco pennaviola - 2 settimane fa

    Vediamo, probabilmente certe sue doti saranno utili in campo e fuori. Su Pulgur pongo una domanda: e se invece ci sbagliassimo noi tifosi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giusetex7_9905901 - 2 settimane fa

      Ci sono giocatori duttili come Bonaventura ed altri monoruolo. Pulgar è il secondo tipo di giocatore. Montella lo ha sempre messo da interno ed un motivo ci sarà, a Bologna era mediano, con il Cile pure. Iachini lo ha adattato a regista e il gioco non è mai ripartito. Per me è un discreto giocatore, muscolare e di corsa quindi adatto ai tempi moderni ma con caratteristiche distanti dal creatore di gioco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paolo - 2 settimane fa

    Se effettivamente l’affare è concluso, io sono più che felice, però non mollerei la presa per Torreira perché il vero regista secondo me è lui e far fare il regista ad Amrabat mi sembrerebbe di snaturare un po’ le sue naturali caratteristiche di ottimo centrocampista.

    Comunque, per il momento va bene così e speriamo di continuare su questa strada: un passo alla volta e potremo davvero proporci per scalare posizioni di classifica che ci possano portare in breve tempo a lottare almeno per l’Europa League.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. MAU - 2 settimane fa

    Mah, Torreira era bono, e se venisse davvero, con Jack, si avrebbe un bei controcampo!
    Ho forti, anzi fortissimi dubbi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. iG - 2 settimane fa

    acquisto intelligente ma se insieme non arriva TORREIRA e RICCI
    sara’ un acquisto sbagliato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 2 settimane fa

      Vedi IG loro sono convinti che con Amrabat e Pulgar abbiano il ruolo di regista coperto.Ora:per Amrabat si può anche capire ma che Pulgar(uno dei più scarsi centrocampisti della serie A)sia,di colpo,diventato un regista…….mah:quello
      nemmeno fosse andato 50 anni a scuola da Fellini sarebbe diventato un regista(già che come calciatore dice moooooooooooolto poco)!Il problema è che lo ha comprato Pradé che,in qualche modo, deve difendere le sue scelte:hai visto mai che dica:suL TALE GIOCATORE HO SBAGLIATO!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy