Ufficiale: finita l’era di James Pallotta. La Roma passa a Friedkin per 591 milioni

Ufficiale: finita l’era di James Pallotta. La Roma passa a Friedkin per 591 milioni

Nuova proprietà per il club giallorosso

di Redazione VN
Pallotta-Roma

La Roma è ufficialmente di Dan Friedkin. La firma è arrivata dopo una lunghissima trattativa, quando in Italia erano circa le due di notte. Si conclude così l’era di James Pallotta, al timone del club dall’agosto 2012 ed inizia quella del magnate texano. Che per assumere il comando del club verserà 591 milioni, di cui circa 500 andranno al presidente giallorosso ed ai suoi soci e il resto sarà utilizzato subito per la gestione corrente del club (42 milioni per completare l’aumento di capitale già sottoscritto da mesi). “Noi tutti del Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari per diventare parte di questa città e di questo club iconici. Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia Roma“. Friedkin, così, sarà il 24° presidente della storia della Roma. (Gazzetta.it)

Da Roma – La Fiorentina ci prova per Riccardi: ecco il valore del cartellino

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Barsineee - 2 mesi fa

    Hai perfettamente ragione Batigol. Il passaggio della Roma è sicuramente molto più sensato di quello dell’anno scorso della Fiorentina. L’americano romano ha messo 591 milioni di euro, 400 milioni in più della Fiorentina e questo dice tanto sul valore della nostra squadra e del nostro futuro. Vedremo che campagna acquisti farà la Roma ma sicuramente non chiuderà in attivo il calciomercato. Se mettessero 400 milioni di calcio mercato nei prossimi 4 mercati ti posso assicurare che la Fiorentina lotterebbe per la Champions … E non mi parlare di fpf che il City ha dimostrato essere tutta una buffonata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 2 mesi fa

      Ma che blateri. Nessuno sta dicendo che commisso deve mettere 400 milioni a stagione, nè che lo farà Friedkin. Ma se compri una società che già funziona è leggermente più facile farla salire, rispetto ad una società completamente azzerata.
      Loro hanno la fortuna che pallotta ha pagato una parte dei risultati sportivi raggiunti fin’ora, e senza smantellare nulla avranno un altro magnate che pagherà un’altra parte di risultati sportivi, potendo arrivare molto probabilmente in champions anche subito (e i ricavi della champions, ecc…)
      Noi per fare la stessa cosa dovremmo appunto investire 400 milioni all’anno per un po’, e forse ci arrivi (perchè non è detto, hai visto il milan?). Quindi mi pare logico che commisso non ce li mette, ma nemmeno 50. La fa crescere piano piano, se fossimo già più in alto i risultati si potrebbero vedere già da subito.
      Certo, Commisso non ha comprato quando la fiorentina andava bene e i dv la valutavano oltre 300 milioni, questo è vero. Ha fatto l’affare e ora se lo tiene com’è, ovvero da ricostruire, nel tempo. Tu pensa ai 400 milioni che non metterà, e disperati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. batigol222 - 2 mesi fa

    Quando i passaggi di proprietà sono fatti bene: in un momento buono per il club, la roma ha un’ottima rosa ed esprime un ottimo gioco. Noi invece siamo dovuti andare sull’orlo della retrocessione con una squadra svuotata di tutti i suoi giocatori prima di essere ceduti a commisso. Poi dice perchè non investe e ci riporta subito su… ci vorrebbero investimenti faraonici e non basterebbero (vedi milan). Quando il livello scende troppo in basso ci vuole tempo per farlo risalire.
    La roma invece parte molto bene perchè a partire da un’ottima base arriva la nuova ricca proprietà. E’ un altro par di maniche

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni69 - 2 mesi fa

      È sono diversi anni che la roma arriva in Europa. È scritto non fuffa. Noi abbiamo tanta strada da fare ancora…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy