Sentite Tevez: “Vogliono costringerci a scendere in campo. Non ce la sentiamo di giocare”

Sentite Tevez: “Vogliono costringerci a scendere in campo. Non ce la sentiamo di giocare”

L’attaccante argentino del Boca Juniors ai media nazionali si oppone alle decisioni prese da Conmebol e FIFA

di Redazione VN

Nonostante gli scontri, i feriti e gli intossicati River Plate-Boca Juniors si giocherà. Inizialmente la gara era stata posticipata di un’ora (alle 22:00 italiane, LEGGI QUI ) per poi esser posticipata fino alle 20:15 locali (23:15 italiane). Non tutti però son dello stesso parere, come ad esempio Carlos Tevez, il quale di fronte ai media argentini afferma che la propria squadra del Boca Juniors non abbia intenzione di giocare la partita, nonostante la decisione presa da Conmebol e FIFA sul far disputare lo stesso la partita:

“La maggior parte di noi sta bene ma ci sono tre-quattro giocatori feriti. Vogliamo comunicare alle nostre famiglie che stiamo bene. Non siamo in grado di disputare la gara, ma ci costringono a farlo, Pablo Perez ha subito un danno agli occhi e vogliono costringerci a giocare lo stesso. Sono rimasto sorpreso da ciò che è accaduto. Ho avuto una reazione allergica, diversi colleghi hanno avuto alti e bassi. Non è il modo migliore per preparare una gara”.

 

CLICCA QUI PER VEDERE L’ASSALTO DEI TIFOSI DEL RIVER AL PULLMAN DEL BOCA JUNIORS

CLICCA QUI PER VEDERE LE IMMAGINI DEI SOCCORSI AI GIOCATORI INTOSSICATI DEL BOCA

 

Violanews consiglia

 

FINALE Serie A: la diretta di Inter-Frosinone 3-0. A San Siro dominano i nerazzurri

 

Guerini: “Fiorentina con poca esperienza. Ecco il mio pronostico per Bologna”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy