Roggi: “Pradè merita rispetto, adesso tocca ai calciatori”

Il parere dell’ex calciatore gigliato sul momento di difficoltà della Fiorentina

di Redazione VN

Moreno Roggi ha parlato ai microfoni di Radio Bruno Toscana, queste le sue dichiarazioni:

Intanto è giusto complimentarsi con Pradè, ieri si è assunto le proprie responsabilità come capo dell’area tecnica. Quella che ha fatto merita rispetto, non era semplice. Sono d’accordo con lui quando dice che abbiamo una buona squadra che purtroppo ha difficoltà ad esprimere le proprie qualità. Non riescono a compattarsi, i risultati non arrivano. Ognuno di loro deve assumersi le proprie responsabilità, i dirigenti non possono scendere in campo.

Pin sulla panchina viola 13 anni dopo: tocca a lui riportare la Fiorentina alla vittoria

GERMOGLI PH: 6 OTTOBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI CONFERENZA STAMPA DEL DIRETTORE SPORTIVO DELLA FIORENTINA CALCIO DANIELE PRADE’

 

 

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Aldo - 2 mesi fa

    Oggi in un sito hanno pubblicato la classifica delle medie-voto dei neo acquisti delle squadre di serie A: Fiorentina ULTIMA con una media di 5,56 staccata di molto dalla penultima (Genoa 5,75)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. viola1946 - 2 mesi fa

    In generale sono d’accordo con Roggi: tutti meritano il rispetto. Ma, al di là delle capacità gestionali di Pradè, non mi sembra rispettoso dichiarare ai giornali che Montiel, Eysseric e Saponara sono esuberi, ovvero avanzi indesiderati della precedente gestione. Scusami Roggi, sei il mio terzino fluidificante favorito di sempre, ma merita rispetto chi dà rispetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Claudio50 - 2 mesi fa

    Io credo che di deve comprare un giocatore perché lo si è visto e rivisto giocare con squadre di varia classifica. Invece mi sa tanto che comprano quello che offre il procuratore di turno e qui arrivano le bodonate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paolo - 2 mesi fa

    Il rispetto è giusto e doveroso darlo a tutti, però questo non vuol dire che Pradè non abbia sbagliato ben 3 sessioni di calciomercato consecutive e, secondo me, questo va riconosciuto in pieno.

    Purtroppo, quando le cose non vanno perché si pensa di avere una squadra che possa lottare anche per un posto in Europa League e poi già alla nona giornata di campionato ci ritroviamo a due soli punti dal terzultimo posto in classifica e con una sfida spareggio (contro il Genoa) all’orizzonte, qualche domanda bisogna farsela per forza.

    Abbiamo già sostituito un allenatore (anche se la precedente riconferma di Iachini riconosco io per primo che non è dipesa da Pradè, ma da Commisso), un mucchio di giocatori in campo fanno di tutto fuorché il loro dovere di onorare la maglia viola, ed inoltre diverse squadre cosiddette “abbordabili” le abbiamo già incontrate con risultati purtroppo disastrosi.

    Si può dire, almeno, che Pradè non è il DS di cui la Fiorentina avrebbe bisogno oppure no? Non mi sembra che dire ciò significhi offenderlo o mancare di rispetto verso di lui, ma soltanto prendere atto di una situazione a dir poco fallimentare in cui, nelle sessioni di mercato che lui stesso ha gestito in prima persona, purtroppo non solo la squadra non è migliorata, ma addirittura è peggiorata e non di poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. jackfi1 - 2 mesi fa

    La società come detto pure da lui é snella, di conseguenza la colpa non poteva che essere sua. Non vedo dove sia l’aspetto lodevole in quello fatto ieri da Pradè. Ha solo constatato una evidenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. simo911 - 2 mesi fa

      trova un altro direttore sportivo che,nel momento di difficoltà, va in televisione e si prende le colpe…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Aldo - 2 mesi fa

        E su questo ti do pienamente ragione. Però trovami un direttore sportivo che negli ultimi 3 mercati ha comprato più bidoni (Inteso come giocatori scarsi o che non rendono quanto sono stati pagati) di Pradè

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. jackfi1 - 2 mesi fa

        Ma infatti l’unico punto apprezzabile è l’averlo fatto in conferenza e magari non ad un giornale senza possibilità di domande o cose varie più incalzanti. Il mio appunto era rivolto ai commenti che leggevo anche ieri dove si lodava il fatto che si fosse preso la colpa. La colpa è obbligatoriamente la sua

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy