Pres. Atf ribadisce: “Non ci sono i presupposti per rompere il gemellaggio con l’Hellas”

Pres. Atf ribadisce: “Non ci sono i presupposti per rompere il gemellaggio con l’Hellas”

“Sanno bene anche i tifosi del Verona che certe esternazioni possono diventare delle grandi bucce di banana”, precisa De Sinopoli

di Redazione VN

Federico De Sinopoli, presidente dell’Associazione Tifosi Fiorentini, ha parlato a Radio Toscana tornando sulle polemiche circa gemellaggio con l’Hellas seguite al grave episodio di razzismo registrato durante l’ultimo Verona-Brescia: “Non ci sono i presupposti per rompere il gemellaggio con la tifoseria dell’Hellas. A Verona, da un paio di anni, hanno iniziato un percorso che li ha portati ad essere un po’ più ironici rispetto a prima. Sanno bene anche loro che certe esternazioni possono diventare delle grandi bucce di banana”. LA PENSA DIVERSAMENTE A. BUNDU, CANDIDATA SINDACO ALLE ULTIME COMUNALI: “IL GEMELLAGGIO CON COL VERONA VA INTERROTTO”

“Uniti contro il razzismo”: Barone si schiera. Il gemellaggio col Verona…

Il capo ultrà del Verona: “Con Balotelli non è razzismo, abbiamo anche noi un negro”

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tagliagobbi - 2 settimane fa

    Ma questo signore si rende conto di cosa sta dicendo??? Ironia??? Bucce di banana??? Ma costui si vergogni! Questo signore non mi rappresenta e sarebbe bene che si facesse da parte perché sono parole inaccettabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Violentina - 2 settimane fa

    de sinopoli.. poerannoi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    Quando dai la possibilità ad una persona di potersi scusare e gli offri un mezzo come la Radio per farlo ma, questi riesce solo ad aumentare la dose di stupidità che ha già detto allora la persona non è intelligente. Devono pensarci quelli che lo hanno eletto alla massima carica di noi tifosi e spero che tutto questo li faccia riflettere prima di confermarlo. Questo individuo deve solo togliersi dai c…..i e parlare per se stesso visto che le sue idee combaciano con quelle di Castellini. In quanto al gemellaggio, a me piacerebbe sapere se a qualcuno importa. Personalmente non me ne frega niente e possono tranquillamente retrocedere al posto di chiunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. batigol222 - 2 settimane fa

    Non rompere il gemellaggio sono d’accordo, ma non si può dire queste cose. I comportamenti antisemiti e fascisti, oltre che quelli razzisti, sono da condannare, anche se i soggetti non si rendono pienamente conto di quello che stanno facendo. Forse non se ne rende conto nemmeno De Sinopoli. Bisogna imparare a divertirsi rispettando le regole e condannando i comportamenti altamente negativi come questi. Questo non significa secondo me chiudere la porta a tutta una tifoseria o una squadra, ma solo isolare e cacciare quelli che fanno così. Se sono la maggioranza allora è un bel problema, ma non cambiano le misure da prendere. Sono da punire gli individui, non le squadre. Queste però devono adoprarsi attivamente per fare pulizia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ben hur - 2 settimane fa

    Non passate alcuno dei miei commenti ,forse sono troppo offensivi?Però non trovate disgustosi queĺli di questo signornulla!Bravi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. i'campigiano - 2 settimane fa

    Ma questo si rende conto di cosa sta dicendo? Poer’a noi, le mi sembran novelle. I
    Io non mi sento rappresentato da una persona così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. SangueViola - 2 settimane fa

    Il percorso che li ha portati da due anni a essere più ironici.
    Certo, era goliardia cantare alla festa per la promozione in Serie A “Siamo una squadra a forma di svastica” e inneggiare a “Zio Adolfo”.

    Continuiamo a giustificare, arrampicandosi sugli specchi con termini come ironia, goliardia.

    De Sinopoli dice di rappresentare i tifosi viola.

    Io non mi sento rappresentato da una persona così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Burlamacchi - 2 settimane fa

    Un discorso ridicolo, offensivo anche dell’intelligenza di quei tifosi che pensa di rappresentare (“un percorso che li ha portati ad essere un po’ più ironici”, ma per favore…).

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy