A. Bundu sul razzismo: “Gemellaggio col Verona da interrompere, Nardella…”

A. Bundu sul razzismo: “Gemellaggio col Verona da interrompere, Nardella…”

Antonella Bundu sul razzismo ed il caso Balotelli

di Redazione VN

Antonella Bundu, candidata a sindaco di Potere al Popolo, Sinistra Italiana e Città aperta alle ultime amministrative, oggi capogruppo in consiglio comunale di Sinistra Progetto Comune, nata a Firenze da madre fiorentina e padre della Sierra Leone, sa cosa vuol dire essere vittime di insulti razzisti. Ne ha parlato in un’intervista a Repubblica:

Episodi come questo, l’ennesimo che ha colpito Balotelli come calciatore di colore, a cui qualcuno crede di poter perfino negare di essere italiano, vanno respinti con la massima fermezza. Da sempre, ma sopratutto in questo momento. Quando io dico che in Italia sta tornando il fascismo la gente pensa che esageri. Non esagero per niente, invece. Io e la mia famiglia siamo preoccupati anche in prima persona, ma sia chiaro: la preoccupazione deve essere non soltanto di chi è di diverso colore, ma di tutti, altrimenti il rischio che corriamo come Paese è altissimo. Derubricare gli ululati razzisti rivolti a Balotelli come uno sfogo qualunque, mentre c’è addirittura chi pretende che sia Balotelli a chiedere scusa a Verona per aver fatto fare brutta figura alla città, significa non accorgersi che si stanno minando le basi stesse della convivenza civile fissate dalla Costituzione. È arrivato il momento di scegliere con chi stare in modo coraggioso. Interrompere un gemellaggio fra tifoserie, per quanto antico, in seguito a una vicenda del genere è il minimo che si possa fare. E nonostante la presa di posizione della tifoseria viola, credo che il sindaco, come rappresentante di tutta la città, sia chiamato anche lui a dire qualcosa. La politica, in certi momenti, non può limitarsi a subire, a assecondare la “pancia” degli elettori, ma deve dare una direzione, fare capire senza tentennamenti da che parte vuole stare, anche rischiando l’impopolarità.

Centro Sportivo, obiettivo Europa. Tutto quel che c’è da sapere sul progetto

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Goblin - 1 mese fa

    Cara (in senso puramente cordiale), Antonella ,un poco conosciuta a Firenze per essere la sorella di…..quando mai lei si è occupata di calcio? Di lei ne ho sentito vagamente parlare solo in periodo elettorale, mai per notizie inerenti la Fiorentina, di cui spero sia perlomeno simpatizzante, visto che è fiorentina. Ma perché vuole entrare in dinamiche particolari che con il razzismo e la politica non c’entrano niente? Lasci fare Nardella, che è impegnato nel non fare una figura da peracottaro con lo stadio, e che comunque, nelle dinamiche del tifo e dei gemellaggi , non deve entrare, non sono affar suo, come del resto lasci perdere anche lei o si sente di tirare la corda del razzismo, visto che tira quella del fascismo? Capisco che è da ignoranti, ma gli sfotto allo stadio ci sono sempre stati, per tutti i giocatori avversari, di qualsiasi paese e religione e razza. Ho provato molte volte, ma nel caso specifico di Balotelli , non si sente assolutamente niente (se non i consueti sfottò da stadio, o vogliamo vietare anche quelli?), per carità…ci saranno sicuramente stati, ma da 10 imbecilli a voler condannare una curva ( e un gemellaggio) ce ne corre. Per favore, evitiamo di cavalcare i vari scandali , per farsi conoscere…grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy