Nardella: “Bando Mercafir a giorni. Stadio fuori Firenze non sarebbe sconfitta, ma…”

Nardella: “Bando Mercafir a giorni. Stadio fuori Firenze non sarebbe sconfitta, ma…”

Il sindaco di Firenze torna sull’argomento nuovo stadio: “Ho grande rispetto della proprietà viola, so che prenderà la decisione migliore”

di Redazione VN

Nel corso dell’intervento di stamattina a Lady Radio, il sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato a parlare del tema stadio. Questi i passaggi più interessanti delle sue dichiarazioni: “Ho grande rispetto della proprietà della Fiorentina, conosco i calcoli del caso che devono fare. Il mio obiettivo è quello di realizzare uno stadio nella mia città, ma non farò pressioni a nessuno. Tra pochi giorni pubblicheremo il bando e la Fiorentina prenderà la decisione migliore.

Stadio fuori città? Non la vedrei come una sconfitta perché un nuovo impianto sarebbe un successo in ogni caso. Tuttavia noto che gli stadi si trovano all’interno dei territori comunali, in quanto il legame con la città è importante. Chiaramente poi contano le infrastrutture: non posso spendere 150 milioni per costruire lo stadio e altrettanti per il resto, perché poi devo portarci la gente”.

Nuovo stadio, è tregua tra Nardella e Commisso. Ora due scenari all’orizzonte

Stadio, riprende quota la Mercafir. Ma Commisso non abbandona il restyling del Franchi

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. rudy - 1 mese fa

    Poter partire a breve con il progetto Stadio aumenterebbe a dismisura l’appeal della Società anche in chiave mercato. Magari a Chiesa viene la voglia di inaugurarlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. VIKINGO - 1 mese fa

    ciao Sindaco,
    Quello che dici e’ parzialmente vero.
    Per il mio pensiero uno stadio fuori dal comune ristretto di Firenze sarebbe anche un opportunità di migliorare le infrastrutture .
    Poter arrivare a Campi o all Osmannoro con il treno sarebbe una buona opportunità per che abita in quella zona .
    basterebbe allungare di qualche kilometro la ferrovia del deposito , la maggior parte in piena campagna .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pischellanz_10797640 - 1 mese fa

      Completamente d’accordo con te.. sarebbe una svolta per tutti i pendolari e per gli abitanti di Osmannoro e Campi.
      L’unica sono i costi.. centinaia di milioni. Secondo me la migliore idea è persino andare sottoterra (tipo in via Pistoiese).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Linko - 1 mese fa

      Ma infatti hanno in mente di allungare la linea 4 della tramvia, dopo che sarà finita, dalle Piagge a Campi. Il punto è che se fanno lo stadio a Campi per molti anni non ci saranno altre infrastrutture oltre alla macchina e la linea 30 per arrivare allo stadio a Campi. Già ora senza stadio c’è già traffico il finesettimana con tutta la gente che va ai Gigli, figuriamoci dopo la realizzazione dello stadio e senza infrastrutture per i primi 5 anni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. batigol222 - 1 mese fa

        Perchè senza infrastrutture per i primi 5 anni. Per lo stadio servono circa 4 anni da quando viene presa la decisione reale di farlo in un posto. Nel frattempo devi fare in parallelo il discorso infrastrutture che arriverebbero con poco ritardo avendo tempistiche simili e problematiche simili (anche i ritardi rispetto alla tabella di marcia si potrebbero somigliare). Sempre che ci siano i soldi e la volontà per farle ovvio.
        Poi vuoi mettere il casino che ci sarebbe in zona aeroporto con tutte quelle cose che convogliano in un punto solo? (stadio, aeroporto, ingresso autostrada, parcheggio scambiatore). Io ho veramente paura di questa situazione, è un punto della città da cui è difficile non passare per un motivo o per un altro

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy