L’opinione: “Alibi finiti da tempo, adesso tocca alla squadra. Prandelli può fare poco”

Il parere di Giampaolo Marchini, “La squadra vive sul filo del rasoio, in bilico tra frequenti crisi di depressione e rari momenti di lucidità”

di Redazione VN
Prandelli

Giampaolo Marchini ha parlato ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno Toscana. Tema caldo il difficile presente della Fiorentina:

L’assenza di Prandelli può essere un fattore di difficoltà, adesso però tocca alla squadra togliersi dal baratro con le sue forze. La rosa deve reagire e tornare ad essere una squadra che gioca. Dobbiamo ripartire dai primi venticinque minuti di Milano, sperando di durare di più… La squadra vive sul filo del rasoio, in bilico tra frequenti crisi di depressione e rari momenti di lucidità. Serve un cambio di marcia, sennò son dolori. Nel calcio l’allenatore incide fino ad un certo punto. I giocatori devono ritrovare la posizione e gli equilibri. Non ci sono più alibi o scorciatoie, i giocatori devono scendere in campo da squadra e prendersi per mano nei momenti di difficoltà. E devono farlo collettivamente e non nei singoli, altrimenti è complicato. Dovesse arrivare una sconfitta contro il Genoa sarebbe tragico. Dobbiamo vivere settimana dopo settimana.

Caso Suarez, sospesa rettrice dell’Università e indagati i dirigenti della Juventus

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy