Clamoroso, Messi lascia il Barcellona? “Vuole andar via, il club sa già tutto”. L’Inter sogna

Clamoroso, Messi lascia il Barcellona? “Vuole andar via, il club sa già tutto”. L’Inter sogna

E l’Italia pregusta il rinnovo del duello con Ronaldo

di Redazione VN
Messi

Adesso sembra davvero un’ipotesi concreta: Messi via dal Barcellona, arrivano conferme. Infatti lo stesso giornalista che tre anni fa aveva annunciato in anteprima mondiale l’approdo di Neymar al PSG, Marcelo Bechler, ha riferito per Esporte Interativo che una fonte interna al club blaugrana ha confermato la volontà della Pulce di cambiare aria:

Ho ricevuto questa notizia da poco, la fonte è attendibilissima e lavora nel Barcellona da anni. Leo Messi ha deciso di andare via dal Barça subito, senza aspettare il 2021. Una scelta molto chiara al punto che Messi lo ha già comunicato alla dirigenza. Vuole lasciare e cambiare club, vedremo quali opportunità ci saranno o se proveranno a convincerlo. Intanto, Messi è stato molto netto: vuole andare via, non si riconosce in questo progetto sportivo.

Il padre che cerca casa a Milano, Suning che pubblica una grafica col 10 dell’argentino proiettato sul Duomo di Milano, la presenza del rivale di sempre Ronaldo in Serie A: se tre indizi fanno una prova, la Serie A può davvero sperare di accogliere, grazie all’Inter, uno dei più forti giocatori della storia del calcio.

ATALANTA SU MIRANCHUK, FIORENTINA AL PALO COME UN ANNO FA PER MALINOVSKYI

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mister100 - 1 mese fa

    User, a parte la Juve, le altre che vincono? Se noi abbiamo il Presidente più ricco della serie A, volendo potremmo prenderlo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 1 mese fa

    Sarebbe bello se invece di andare a giocare per le solite che vincono sempre venisse alla Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Io spero he venga. Vedere I campioni giocare è sempre bello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy