Atalanta-PSG, Domenech sbeffeggia Gasperini: “Grazie per i tuoi cambi nel finale”

Atalanta-PSG, Domenech sbeffeggia Gasperini: “Grazie per i tuoi cambi nel finale”

Il tweet pungente

di Redazione VN

Ricordate Raymond Domenech? L’ex commissario tecnico della Francia, sconfitta dall’Italia nella finale dei Mondiali 2006, oggi fa l’opinionista e subito dopo Atalanta-PSG 1-2 [CLICCA] ha pubblicato questo tweet che ha acceso il dibattito: “Complimenti al PSG per questa grande emozione e grazie a Gasperini per le tue sostituzioni nel finale. Questo dimostra che la leggenda degli allenatori italiani che sono grandi tattici rimane una leggenda. Tuchel ha avuto più successo”.

***Dalbert: numeri ok, ma a sinistra serve altro. 10 giocatori che possono fare al caso della Fiorentina***

-> CLICCA PER LEGGERE TUTTI I RISULTATI DI CHAMPIONS LEAGUE

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Valter - 1 mese fa

    Quel simpaticone del gasp non ne perde una.
    Quando poi va tutto liscio ci pensa lui a incarognirsi l’ambiente.
    Un predestinato..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. simuan - 1 mese fa

    …l’imbecillita’ e’ un problema internazionale…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dallapadella - 1 mese fa

    Premesso che l’Atalanta era fisicamente a terra e non è riuscita a organizzare neanche una ripartenza, la differenza è che Tuchel aveva in panchina Mbappè che gli ha svoltato la partita mentre il Gasp aveva ciccio Muriel che sembrava uno capitato lì per caso. Col senno di poi poteva aspettare a far entrare Da Riva ma ormai l’Atalanta era cotta, con i giocatori migliori assenti o fuori campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mauriziogallerin_10002939 - 1 mese fa

      Forse io ho visto un’altra partita, ma a me e’ sembrato che nel secondo tempo l’atalanta non ha quasi mai passato la meta’ campo. Il PSG l’ha letteralmente dominata, ed e’ stato solo un miracolo che non abbia fatto gol prima. Neymar avra’ sunito 50 falli, proprio non lo vedevano e con Mbappe’ non c’e’ stata piu’ partita. Bye bye “simpaticone” gasp.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele72 - 1 mese fa

        Anche io ho visto la tua solita partita .

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Larry_Smith - 1 mese fa

    L’unico errore è stato levare Pasalic, gli altri cambi erano obbligati o quasi. Poi un Malinowski così deludente era difficile prevederlo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. BlandoTifoso - 1 mese fa

    Il gasp non lo sopporto ma quel fallito dalla bocca larga possibile che nessuno gliela chiude.. anche le nullità fanno gli spiritosi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. D612V - 1 mese fa

      Uno che faceva le convocazioni per la nazionale guardando il segno zodiacale dei calciatori…chiedere a Frey.
      Insomma domenech!… Il classico stereotipò da usare per far capire quanto siano boriosi e stupidi i francesi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Naz1960 - 1 mese fa

    Accidenti a quello simpatico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Etrusco - 1 mese fa

    Ieri sera il Gasp ha padellato almeno 3 cambi.
    Il PSG meritava di andare a casa perché solo Mbappè ha saputo cambiare il volto del match ed il Gasp doveva mettergli dietro un giocatore che lo seguisse come un dogo sanguinario magari facendo a meno di una punta, invece eccoci qua a parlare dell’ennesima sconfitta del calcio italiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. NJ Warrior - 1 mese fa

    Diciamo che nel dire sta cosa c’e’ stata una mancanza di stile…pero’ in sostamza ha ragione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 1 mese fa

      Mah accidenti al peggio…oppure cencio parla male di straccio….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. fornamas63 - 1 mese fa

    Per “simpatia” Gasp provo solo piacere, ma il commento di Domenech è degno del personaggio.
    Nel confronto andrebbe tenuto conto forse della sproposito di gap economico che intercorre tra le due società. Il PSG ha tenuto in panca un giocatore da 180 milioni per dire. Lo faccio anche io il tecnico in queste condizioni.
    Provi a invertire i ruoli e vediamo chi sceglierebbe i cambi migliori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ilRegistrato - 1 mese fa

    Ilicic invece è sparito, fuggito chissà dove nei paesi slavi. Questo dimostra che non era, non è, e mai sarà un calciatore per piazze come quella di Firenze. Se non riesce a reggere un po’ più di pressione derivante dal lockdown come si può pensare che possa reggere la pressione di una piazza importante e non della provinciale Bergamo? Fra poco tutti si saranno dimenticati chi era Ilicic.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 1 mese fa

      Tipico tifoso fiorentino. La colpa è degli altri che non si adattano a una piazza IMPORTANTE come Firenze. Ahahahah.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 1 mese fa

        Lo sai com’è NOI SIAMO FIRENZE e con questo ci si riempie la bocca su tutto. Criticare Ilicic come giocatore……. ma lui se ne intende e parecchio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Daniele72 - 1 mese fa

          Sono d accordo , a noi basta che ci dicano quanto siamo bravi e belli magari tatuandosi le coordinate di Firenze come ha fatto Borja allora si fà anche sindaco , poi và a milano dice e fà le stesse cose che faceva qui , io la chiamo ruffianeria , per altri è amore . Ilicic passava per indolente e presuntuoso , non si è mai venduto alla piazza , nessuno si è mai chiesto che quello forse era il suo carattere timido e chiuso .

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Black2000 - 1 mese fa

      Sarei curioso di sapere qual’è la piazza di Firenze, quella recente, con retrocessione, fallimento e tanti campionati finiti con la salvezza per un niente!!, o parli della Fiorentina che dal 54/55 al 62/63 è stata sempre AMMIARATA, e non solo per il campionato vinto, o la Coppa dei Campioni persa in finale, o la coppadeel coppe vinta e poi persa in fibale l’anno dopo. Quale delle due piazze ti riferisci!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. CippoViola - 1 mese fa

    La classica sportività del vincente, vedo che Gasperini è in buona compagnia.. ma come si dice.. chi di spada ferisce..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy