Cuadrado seconda punta, esperimento riuscito a metà

Cuadrado seconda punta, esperimento riuscito a metà

Il Corriere Fiorentino parla delle buone notizie arrivate ieri per i viola che ieri sono scesi in campo con tanta convinzione e qualche sorpresa di formazione. Come la scelta di …

di Redazione VN

Il Corriere Fiorentino parla delle buone notizie arrivate ieri per i viola che ieri sono scesi in campo con tanta convinzione e qualche sorpresa di formazione. Come la scelta di schierare Juan Cuadrado accanto a Mario Gomez, lasciando in panchina Babacar, Ilicic e Marin, e con Joaquin (solo 100 minuti giocati fino alla partita di ieri in tutta la stagione) sulla linea dei cinque centrocampisti. Ritorno al passato dunque, almeno per quanto riguarda il modulo, anche se ancora una volta Montella ha scelto di non far giocare il colombiano nella sua posizione naturale, quella di esterno, per sfruttarne i dribbling e l’imprevedibilità vicino alla porta.

Un esperimento riuscito a metà visto che, gol a parte su cross di Alonso, Cuadrado è sembrato sì in recupero, ma ancora non del tutto calato nella parte di spalla a Mario Gomez. Che si è sbattuto come sempre, ha lottato su ogni pallone, è andato vicino al gol e tutto sommato anche senza segnare ha rappresentato quel punto di riferimento offensivo (sia tattico che psicologico) di cui la squadra aveva bisogno. E se a centrocampo le note liete sono arrivate soprattutto da un Pizarro quasi perfetto, la difesa ha fornito qualche brivido in più, soffrendo più del previsto il gioco aereo di Toni (soprattutto Gonzalo, autore però del primo gol viola) e gli inserimenti di Nico Lopez.

REDAZIONE

twitter @violanews

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy