Quando… vincere con la SPAL, e mantenere il 2° posto, faceva irritare il tecnico viola

Quando… vincere con la SPAL, e mantenere il 2° posto, faceva irritare il tecnico viola

Un particolare episodio relativo ad un Fiorentina-SPAL di 60 anni fa

di Roberto Vinciguerra, @RobWinwar

FiorentinaNel 1960, in Serie A, poteva accadere di vincere (contro la SPAL) e trovarsi al secondo posto in classifica a 6 punti dalla capolista a 4 turni dal termine del campionato e, nonostante tutto, poteva anche accadere di sentire il tecnico della squadra vincente affermare che “Il pubblico va sempre onorato con prestazioni adeguate e non è giusto lasciarsi andare ad esibizioni così sciatte e squallide. Se al termine della gara il pubblico avesse atteso i viola fuori dallo stadio per farsi restituire i soldi del biglietto non ci sarebbe stato niente da ridire”.
Questa “schietta” dichiarazione venne rilasciata dal tecnico viola Luis Carniglia al termine di Fiorentina-SPAL 3-1, giocato l’8 maggio 1960. Certo, le speranze di agganciare la Juventus capolista, distante 6 punti a 4 giornate dal termine (con la vittoria che valeva 2 punti), erano abbastanza remote per la Fiorentina, che comunque, si apprestava a chiudere il campionato al secondo posto per il quarto anno consecutivo, dopo il successo tricolore del 1956.
Quando si dice “il calcio”, ma, soprattutto, “gli allenatori di una volta”
—> CLICCA PER LEGGERE LE OPERAZIONI CONCLUSE NEL CALCIOMERCATO INVERNALE

Calendario Fiorentina – Arriva la SPAL, poi Atalanta in Coppa Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy