CIES Football Observatory: la rosa viola vale 214 mln, ottava in Serie A

Federico Chiesa il giocatore più costoso della rosa a disposizione di mister Pioli: vale 47 milioni di euro

di Redazione VN
Pantaleo Corvino

Secondo quanto riporta l’ultimo studio del CIES Football Observatory, il Manchester City di Pep Guardiola è la squadra col valore economico più alto tra quelle dei principali campionati europei (Premier League, Liga, Ligue 1, Serie A e Bundesliga) con un totale di 1.196 milioni di euro. La Fiorentina, invece, si piazza al 32° posto: il valore stimato della rosa viola – in base alle somme dei potenziali trasferimenti dei singoli giocatori – si assesta sui 214 milioni di euro (Chiesa il giocatore più costoso: 47 milioni).

La rosa gigliata è l’ottava tra quelle italiane, dopo la Juventus (10° posto assoluto, 743 mln, unica di Serie A nella top ten), il Napoli (721 mln), la Roma (11°posto assoluto, 595 mln), il Milan (17° posto assoluto, 457 mln), l’Inter (18° posto assoluto, 445 mln), la Lazio (23° posto assoluto, 309 mln) ed il Torino (30° posto assoluto, 225 mln).

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 3 anni fa

    Dice bene Allegri le chiacchiere le porta via il vento,le biciclette i livornesi
    e qui di chiacchiere se ne fanno anche troppe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rick61 - 3 anni fa

    Allora se ho un bene che vale solo di rosa più di 200 milioni a quanto lo venderebbe ognuno di noi..perchè le chiacchiere le porta via il vento..questa è una rosa da 8/10 posto ma se si rema tutti dalla stessa parte si può arrivare 7°.se invece si continua a inveire contro la società e i Della Valle sicuramente si può solo peggiorare..ieri sera sentendo Radio Bruno i monologhi di uno dei conduttori avrei voglia di sapere cosa fa di lavoro e che successi professionali ha ottenuto perchè a Chiacchiere sembrava proprio Forte..a Chiacchiere..Forza Viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fragnsi_474 - 3 anni fa

    Mah!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy