Vlahovic vede la luce, Pedro resta in ombra

Vlahovic vede la luce, Pedro resta in ombra

Il paragone tra il momento no che prosegue per il brasiliano e quello incoraggiante del serbo

di Redazione VN

Gli zero minuti giocati con la nazionale Olimpica brasiliana non fanno crescere le sensazioni positive intorno a Pedro. Il brasiliano è rimasto 90 minuti in panchina a Tenerife ed è fermo in stagione ai cinque minuti scarsi disputati contro il Parma. La Fiorentina non vuole forzare il rientro e spera che l’attaccante – che prima di rompersi il crociato il Real Madrid si stava aggiudicando per 50 milioni – mantenga quelle potenzialità che i blancos avevano intuito. In attesa del vero debutto, La Nazione fa il parallelo tra il periodo poco felice dell’ex Fluminense a quello incoraggiante di Dusan Vlahovic. Le due reti di Cagliari hanno avuto il merito di confermare le potenzialità di un attaccante che ha ricevuto la fiducia di Montella fin da Moena. In Sardegna il classe 2000 ha avuto il merito di reagire con orgoglio ma ora deve “gestirlo” e riuscire a metterlo in formazione tra Chiesa e Ribery.

Castrovilli: “Dedico l’esordio alla mia famiglia, non perderò mai l’umiltà. Il futuro…”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Burlamacchi - 9 mesi fa

    Pedro resta in ombra perchè viene da un infortunio e da un campionato molto diverso dal nostro.
    Ha bisogno di tempo per recuperare e va impiegato poco alla volta.

    Che fosse un colpo non per l’immediato si sapeva fin da subito. Anche perchè non è il primo che arriva in italia dal campionato brasiliano.

    Non capisco a cosa serva un articolo al giorno che ripete che Pedro non è ancora pronto.
    Se bisogna dargli tempo, lo aspetto. Non è che sto tutti i giorni a bubare addossandogli i problemi della viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy