Vittoria che profuma di fatica: la Fiorentina si riprende punti e fortuna

Lassù, la Fiorentina, ci arriva distrutta. Ad aspettarla al traguardo i tifosi. E un urlo che non si sentiva da un po’: “E vola vola si va, sempre più in alto si va”

di Redazione VN

Lassù, la Fiorentina, ci arriva distrutta. Ad aspettarla al traguardo i tifosi. E un urlo che non si sentiva da un po’: “E vola vola si va, sempre più in alto si va”. Al quarto posto, a meno due dal Napoli. Sette partite, tredici punti, quattordici gol fatti, cinque subiti e quattro vittorie su quattro in casa. Numeri da grandi per questi ragazzi terribili che, forse, dovremo abituarci a chiamare per quello che sono: uomini. Il 2-0, scrive il Corriere Fiorentino, profuma di fatica. E pazienza se, per una volta, quello saltato fuori non è il risultato più giusto. La Fiorentina lo sa bene.

Reduci da una sconfitta (con l’Inter) decisamente immeritata, Pezzella e compagni si sono ripresi tutto. I punti e un pizzico di fortuna. E ogni riferimento al Var non è puramente casuale. Sarebbe sbagliato non ripartire (anche da qua). Il nodo è sempre lo stesso. Perché un mezzo che dovrebbe aiutare a sbagliare meno sta invece rialimentando il fuoco delle polemiche? Perché, soprattutto gli arbitri, non riescono a tenere un atteggiamento lineare? Era quello che aveva chiesto la Fiorentina: uniformità di giudizio e rispetto delle regole.

vnconsiglia1-e1510555251366

Cognigni risponde a Percassi: “Grave adombrare dubbi sui nostri comportamenti”

Pioli: “Il regolamento va rispettato, non decido io per l’arbitro. La squadra sta crescendo molto”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy