Tra rivincite e certezze: Montella divide, ma il cambio di modulo convince

Tra rivincite e certezze: Montella divide, ma il cambio di modulo convince

La sorpresa dell’Aeroplanino contro la Juve ha riacceso il dibattito: si torna alla difesa a tre?

di Redazione VN

I detrattori dicono che questa sia l’ultima occasione per restare nel calcio che conta. In molti non l’avrebbero riconfermato dopo il finale di stagione scorso. Se l’avvento di Commisso ha riunito il popolo viola, la conferma di Vincenzo Montella non è stata gradita da tutti. E dopo Genova si era dilatata – scrive La Nazione – la fessura nelle certezze. Ma dall’Aeroplanino la Fiorentina è ripartita non solo per i due anni di contratto, ma perché con una squadra costruita secondo le sue idee, Montella può tornare a far divertire. Dalla sua versione 1.0 Montella è cambiato: adesso però quell’idea di giocare senza una punta di ruolo – come con Jovetic e Ljajic – è tornata di moda, anche se tornare al vero 9 sembra inevitabile per questa Fiorentina. E’ stata però rispolverata la vecchia difesa a tre: dal 3-5-2 al possibile 3-4-3, visti i numerosi esterni d’attacco a disposizione. Tutto dipenderà da Pedro.

Da mentalista a trasformista: la metamorfosi di Montella

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. tifoso - 1 mese fa

    La squadra, mettere i giocatori nei ruoli giusti, fare bel gioco, vincere, sembra tutto facile se non si considera che in campo c’è anche la squadra avversaria.
    La formazione giusta?
    è come la storia della coperta, se la tiri troppo da una parte poi resti scoperto.
    Prendiamo tutto quello che di buono abbiamo visto contro la Juve, abbiamo fatto una prestazione eccellente a cui è mancata solo la ciliegina del gol.
    Non me la sento di fare recriminazioni a Montella per l’attacante, l’importante era innanzitutto contenere e impedire la forza della Juve, e poi Montella ancora non ha la piena disponibilità di tutti i giocatori vedi Pedro appena arrivato.
    I moduli e tutta l’organizzazione del gioco passano dalle capacità dei singoli giocatori,
    il campionato per adesso ci ha visti con un calendario sfavorevole, non diamo troppo peso ai ns pochi punti, il campionato è lungo e c’è tempo per rifarsi se, lavoreremo bene e cresceremo tranquilli e motivati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ziomario - 1 mese fa

      Bravo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bati - 1 mese fa

    Montella divide? Sì, divide i coglioni da quelli di buon senso, visto che è finita ora una rivoluzione totale voluta di concerto con l’allenatore, ed è appena cominciata la vera costruzione della squadra. Non so da dove venga questa avversione per Montella, premeditata da parte di una certa categoria professionale, ma è una cosa vergognosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. max59 - 1 mese fa

      Bravo! Completamente d’accordo con te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy