Toldo: “Firenze il primo amore, merita di stare più su. Le punizioni con Batistuta…”

Toldo: “Firenze il primo amore, merita di stare più su. Le punizioni con Batistuta…”

Le parole dell’ex viola: “Gabriel, il leader per eccellenza. Ci siamo ritrovati dopo qualche anno, siamo molto legati”

di Redazione VN

Sul settimanale de La Nazione Viola Week troviamo una lunga intervista all’ex viola Francesco Toldo. “Firenze – ha dichiarato – è il primo amore, un periodo stupendo della mia vita: ho vissuto tra le colline e respirato l’aria dell’arte. Milano la consacrazione. Spero però che i Della Valle escano dal limbo perché la Fiorentina merita di stare più su”.

Il racconto passa poi attraverso i suoi anni in viola, anni in cui il leader era Batistuta: “Gabriel, il leader per eccellenza. Ci siamo ritrovati dopo qualche anno e come due bambini dell’asilo ci siamo detti che ci volevamo un gran bene. Siamo molto legati. Finiva l’allenamento e Gabriel si avvicinava: Francesco, vai in porta. Ma come, dicevo io, anche oggi? Sì, ribatteva lui, anche oggi… Così cominciava il bombardamento. Ai Campini a quei tempi c’erano come minimo mille persone a seduta. Questo ci rendeva più forti. Purtroppo oggi gli allenamenti sono blindati”.

Sulla Fiorentina di oggi poi dice: “Chi mi piace di più? Ilicic, gran trequartista. Ha il sinistro ispirato e si fa dare la palla quando scotta. Bernardeschi? L’ho avuto in Nazionale Under 21 con Di Biagio. Federico è fortissimo, ha il futuro nelle sue mani. Inter-Fiorentina? Sono da 16 anni in questa società (l’Inter ndr): abbiamo bisogno di punti per risalire, spero di vincere. Ma i viola stanno bene”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy