Tempi lunghi per Ribery: in campo non prima di un mese

Tempi lunghi per Ribery: in campo non prima di un mese

Ribery non cammina ancora in modo fluido. Azzardata la previsione data da Pradè nel post Atalanta

di Redazione VN

La Nazione si concentra su Franck Ribery, infortunatosi il 30 novembre contro il Lecce.  Nessuna complicazione sulla tabella di marcia verso il recupero. Ieri Iachini che ci vorrà almeno un mese prima di rivederlo in campo. L’ultimo report emesso dalla società viola il 7 febbraio parlava, per il francese, di una graduale ripresa atletica attraverso un iter individuale da svolgere prima in palestra e solo dopo sul campo. Cosa che in realtà il giocatore sta già facendo da qualche giorno (senza però alcun contatto con il pallone). Chi in questi giorni è stato a stretto contatto con Ribery racconta di una persona molto motivata nel voler tornare al top della forma il prima possibile ma ancora alle prese con una camminata non troppo fluida (cosa logica quando per quasi due mesi si è stati alle prese con tutore e stampelle). Viene a questo punto automatico pensare che la speranza di riavere il numero 7 a disposizione per l’inizio di marzo da parte della Fiorentina sia stata un po’ troppo azzardata. In particolare, nel post partita della gara con l’Atalanta, era stato il diesse Pradè a dirsi piuttosto ottimista sul recupero del giocatore: “Tra dieci giorni al massimo Franck ultimerà il suo lavoro personalizzato e si unirà a noi“.

Commisso: “Su Ribery danno enorme, togliete CR7 alla Juve…”. Poi svela un problema con il Franchi

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. batigol222 - 4 mesi fa

    Si ma infatti quella frase dei 10 giorni come cazzo gli è uscita non si sa. Era chiaramente impossibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy