Tanti tiri, pochi gol: Simeone e co., la crisi dell’attacco va risolta in fretta

Simeone stenta, Chiesa e Pjaca non crossano. Il miglior marcatore è Benassi, Biraghi l’unico che crossa

di Redazione VN

Giovani sì, ambiziosi anche, concreti… poco. Sarà per questo che la Fiorentina è tornata a mani vuote dalle trasferte di Napoli, Milano e Roma con l’unica eccezione di Genova, dove la rete di Simeone aveva prima illuso e poi regalato l’unico punto lontano da Firenze. Come scrive Repubblica il problema viola è rappresentato dall’attacco dove Simeone è giovane e grintoso, ma non deve snaturarsi per rincorrere il gol: il Cholito infatti corre quasi 10,5 km a partita, secondo solo a Biraghi. Il terzino è quasi l’unico in grado di crossare, perché Pjaca e Chiesa nell’idea di Pioli dovrebbero saltare i difensori avversari per creare la superiorità numerica che renderebbe spietato il tridente d’attacco. Non è un caso, allora, che il miglior marcatore dei viola sia un centrocampista, Benassi, che con le tre reti nelle prime due giornate si era meritato anche la chiamata della Nazionale.

vnconsiglia1-e1510555251366

Toni: “Simeone? Deve ascoltare Pioli, ma anche l’istinto. Pjaca somiglia a Mutu”

Adesso Pjaca è un problema. Da colpo a corpo estraneo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy