Stadio, il paragone: a Bologna spese divise tra Comune e società

Stadio, il paragone: a Bologna spese divise tra Comune e società

L’iter per il restyling del Dall’Ara è iniziato 3 mesi fa: si aspetta l’ok della soprintendenza

di Redazione VN

Nuovo stadio: il Corriere Fiorentino fa il paragone con Bologna. Nel capoluogo emiliano la volta è arrivata nel settembre 2018 quando il vicesindaco Virgino Merola ha annunciato il no ad a outlet ed il partenariato pubblico-privato per ammodernare lo stadio, di proprietà pubblica: “40 milioni li metterà il presidente Joey Saputo e 30 il Comune” disse alla Festa dell’Unità. Oltre ai soldi l’amministrazione ha parlato della concessione per un periodo de definire, attorno a 50 anni, dello stadio al Bfc. A gennaio il progetto è stato presentato ed a settembre 2019 è arrivato il progetto definitivo, con la copertura trasparente in corrispondenza della Torre. 30mila posti a sedere, curve più vicino al campo, senza volumetrie esterne aggiuntive, ma anzi demolendo le parti metalliche aggiunte per Italia ’90.

Stadio: le due possibilità in caso di asta deserta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy