Stadio: Fiorentina a Baku, tutt’altro che una gita

La Viola gioca alle 17 a Baku per assicurarsi il primo posto nel girone. Ma il Qarabag polemizza e annuncia battaglia

di Redazione VN

Sulle pagine di Stadio si parla di “atmosfera pesante” a Baku in vista della partita di stasera che vedrà protagonista la Fiorentina. Il perché è presto spiegato: il Qarabag è la bandiera calcistica dell’Azerbaijan e una sconfitta contro i viola metterebbe seriamente a repentaglio le velleità di qualificazione dei ragazzi di Qurbanov (con la contemporanea vittoria del Paok sullo Slovan, sarebbero eliminati).

Insomma, il nazionalismo azero rischia di essere un ingrediente di primo piano in una partita dove la Fiorentina, in realtà, sembra più un terzo incomodo che ha a disposizione due risultati su 3 per accedere ai sedicesimi di finale di Europa League.

L’unico precedente di un’italiana a Baku vide il Qarabag beffato dall’Inter l’11 dicembre 2014. Alla sua prima apparizione europea, gli azeri pareggiarono 0-0 la gara decisiva contro i nerazzurri, ma tanto fece discutere quel gol di Almeida annullato ingiustamente dall’arbitro ceco Zeliga al 93′ che costò l’eliminazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy