Stadio a Campi, Fossi: “Dobbiamo ragionare di città metropolitana, non guardare i confini comunali”

Il sindaco di Campi Bisenzio allarmato dal CS a Bagno a Ripoli che potrebbe precludere la costruzione del nuovo stadio nel suo comune per timore di troppa ‘delocalizzazione’

di Redazione VN
Fossi-Barone

“Massimo rispetto per le decisioni della società gigliata ma la partita non è chiusa”. Mastica amaro il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi all’indomani dell’ok della Regione per la localizzazione del centro sportivo a Bagno a Ripoli. Ma come commenta il primo cittadino a La Nazione quella viola è una scelta che “non chiude a una trattativa per portare qui il nuovo stadio. Bagno a Ripoli e Campi sono ad appena venti minuti d’autostrada, bisogna ragionare in termini di città metropolitana, non guardare ai confini comunali”.

Il sindaco campigiano è in contatto con il presidente viola Rocco Commisso ed è forte del fatto che uno spazio da 30 ettari non residenziale e vicino allo svincolo autostradale con tanto di variante urbanistica già avviata, non si trova in tutta la provincia. Potrebbero bastare 3-4 anni per costruire il nuovo stadio, mentre sono previsti tempi più lunghi per l’area Mercafir o per un’eventuale ristrutturazione del Franchi.

Pezzella/1: “Rimasto per non essere accostato a un periodo triste per Firenze. Commisso 12° uomo in campo”

Castrovilli vede azzurro, Mancini sta pensando a lui

 

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. tramvia=idiozia - 1 anno fa

    E lui rilanci.
    Commisso è un imprenditore all’americana, sta poco dietro ai discorsi ed alle promesse quanto a quel che conviene anche sul lungo periodo.
    Se il Franchi non è più opzione (personalmente non vorrei un rudere a Firenze) allora meglio a Campi.
    Anche perché tra l’altro di molti degli altri progetti hanno decisamente più costi per le casse pubbliche (quindi le tasse di chi le paga)e già ci sarà da tenere su il Franchi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Etrusco - 1 anno fa

    Stavolta i tuoi amici di partito ti hanno fregato, niente dai, sarà per la prossima volta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. tifoso - 1 anno fa

    Ragionare di città metropolitana, vorrebbe dire che Firenze dovrebbe collaborare e…
    Scordiamocelo, almeno con nardella e co.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 1 anno fa

      D’accordo con te, qui il problema è ingraziarsi nardella che ha l’appoggio della regione che decide in ultima analisi dove si fa lo stadio. E avendo deciso di farlo a firenze (per non fare figuracce e guadagnarci) boccerà tutte le altre possibilità anche se sono oggettivamente migliori (anzi, probabilmente le uniche possibili)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. tramvia=idiozia - 1 anno fa

        Non so quanto sarebbe un’operazione vantaggiosa per il candidato alla Regione (che non è Firenze, con il suo sistema consolidato..diciamo così per stare nel vago) avere contro la tifoseria fiorentina solo per avere nelle grazie Nardella.
        Per Nardella ed il Sistema Firenze, avere alla regione uno affine è fondamentale a prescindere dallo Stadio quindi non me lo vedo “remare contro” modello Sansone, mentre Fossi potrebbe avere dalla sua l’appoggio di molti fiorentini “del Comune” , interessati solo che lo Stadio nuovo si faccia e si faccia in fretta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy