Sottil e Diakhatè, il rigore della discordia

Sottil e Diakhatè, il rigore della discordia

Il senegalese, nonché capitano viola, si è subito appropriato del pallone senza tener conto delle gerarchie, visto che il rigorista della squadra è proprio il figlio d’arte

di Redazione VN

La semifinale della 70ª Viareggio Cup tra Juventus e Fiorentina sarà ricordata anche per le scintille tra Diakhatè e Sottil al momento di battere un rigore a ridosso del 90′. Il senegalese, nonché capitano viola, si è subito appropriato del pallone senza tener conto delle gerarchie, visto che il rigorista della squadra è proprio il figlio d’arte. Un atteggiamento che ha mandato su tutte le furie Sottil e la panchina viola. Risultato? Rigore parato. Pochi istanti il 4-1 con assist di Sottil e gol di Diakhatè, con il primo che non festeggia e s’infila per primo negli spogliatoi al fischio finale, dove negli spogliatoi si sono chiariti. Lo scrive La Nazione.

 

Violanews consiglia

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mauviola - 1 anno fa

    Aria, via da Firenze, da noi non ci deve essere spazio per chi non vive la squadra da squadra. Diventerà un campione? Meglio per lui ma gli esempi si danno con i fatti e non con le parole. Poi ci meravigliamo se lo stile Juventus è un altra cosa….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Zeno - 1 anno fa

    Mi devo scusare con Sottil in quanto ieri ho scritto che se il rigorista era Diakhatè non doveva comportarsi in quel modo. Adesso, chiarite le cose quello che dicevo di Sottil vale per il capitano. Stare fuori dalla finale e dalle prossime 5 partite della Primavera.
    Questo scrivere che “son ragazzi” non va bene, quando lo abbiamo fatto nel sociale ci siamo ritrovati di fronte a dei grossi problemi che avrebbero potuto essere evitati.
    a 20 anni non si è più ragazzetti, se non il cervello non l’abbiamo a 2o non aspettiamolo a 21.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Aoi_Haru - 1 anno fa

    Come punizione gli toglierei la fascia di capitano. Mi sa che il messaggio arriverebbe forte e chiaro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mauro1949 - 1 anno fa

    Un ragazzo ancora immaturo e spesso sopra le righe, questo conferma il non decollare, nonostante le buone qualita’…..peccato proprio in questo momento decisivo della stagione, problema anche per Bigica che dovra’ scegliere se confermarlo ancora, oppure accantonarlo, come vorrebbe la logica…..tutto questo per NON FARCI MANCARE NULLA, anche nei momenti piu’ felici..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. mastice67 - 1 anno fa

    la palla sarebbe entrata comunque e lui ha dimostrato solo egismo e questo è il contrario di quello che deve fare un capitano! poi ci domandiamo perchè è ancora li…
    Per me dopo un gesto del genere la finale la vedrebbe alla televisione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. chef57 - 1 anno fa

      Sono cose che hanno fatto campioni come Cavani nyiemar e tanti altri.
      Figuriamoci dei ragazzi.
      Speriamo che magari con risultati migliori litigano per tirarne uno decisivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. leandro.gol_17 - 1 anno fa

    Come si dice in gergo, due indizzi fanno una prova.
    1. errore sul rigore: doveva battere Sottil in quanto designato.
    Importantissima la disciplina e la convinzione sui rigori, in modo particolare nei tornei che finiscono spesso con l’appendice dei rigori.
    2. Sulla rete del 4-1, sei il capitano, hai forse sfiorato una palla sulla riga, azione insistita e conclusione diretta in rete da parte di Sottil, invece di fare King Kong, vai dal compagno, abbraccialo e scusati per la precedente scena penosa. Questo farebbe un capitano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy