Simeone e il gesto dopo la rete. Nessuna polemica, solo un modo per ribadire l’appartenenza al gruppo

Simeone e il gesto dopo la rete. Nessuna polemica, solo un modo per ribadire l’appartenenza al gruppo

Di spazio per il Cholito ce n’è poco, la voglia di mettersi a disposizione sì

di Redazione VN
giovanni-simeone

“Guardate qui, leggete il mio nome” sembra aver voluto dire Giovanni Simeone. Dopo aver segnato contro il Galatasaray il Cholito ha indicato con le dita le sette lettere stampate sul retro della maglietta, nel caso qualcuno lo avesse dimenticato. Come riporta La Nazione, qualcuno fra i tifosi non l’ha presa benissimo a caldo e anche il giorno dopo non sono mancate le critiche: un’altra scelta discutibile dopo quella del dicembre 2018, quando Giovanni zittì la curva dopo aver segnato contro l’Empoli, interrompendo un lungo periodo di digiuno.

Dopo la partita, confidandosi con alcuni amici subito dopo la partita, Simeone ha spiegato che la sua intenzione era quella di confermare la propria appartenenza al gruppo, seppure in condizione diversa rispetto al passato. Un modo per ribadire che la sua vita da riserva è animata dalla stessa voglia di mettersi a disposizione. Nessun tipo di polemica, solo un messaggio, ma consapevole che la strada per conquistarsi una maglia sarà in salita. Montella sta pensando di “riciclarlo” come esterno, visto che da punta centrale Simeone si è battuto troppe volte in passato senza possibilità di successo.

La Fiorentina tenta il sorpasso per Bonifazi

Balotelli, Suso, Ribery: per la Fiorentina è casting di lusso

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Vichingo - 3 mesi fa

    Umile opinione,Simeone nasce e muore punta.Per far l’esterno,ci vuol almeno una corsa efficiente (intendo che su 5 progressioni,almeno 2-3 devono portar ad un’occasione,che sia tiro/assist/cross interessante),o anche meno corsa,ma abilità di saltar l’uomo nello stretto,o saper far la giocata dal nulla.
    Il Cholito,appena perde palla (che comunque ci sta) abbassa la testa,e rincorre tutti come un toro : non male come qualità,ma va fatto quando c’è la reale possibilità,di recupero,e non sempre,per frustrazione.Anche perché si stancava presto,si adombrava e toglieva dal gioco.Io lo darei in prestito,in una piazza con meno pressioni,dove può giocar con continuità,far qualche gol,qualcuno sbagliarlo,ma ritrovarsi.
    Saluti e forza viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 3 mesi fa

    Ilicic 2!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bura_2831690 - 3 mesi fa

    Non è che è obbligatorio fare polemica su ogni bischerata, eh…è un gesto normale che fanno tanti giocatori dopo il gol senza significati reconditi e occulti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. guxmix - 3 mesi fa

    Per Simeone parlano i fatti e non gli umori dei tifosi o le antipatie o i preconcetti sul giocatore .Al di là dei gol segnati nelle due stagioni a Firenze e sarebbe il problema minore perché una stagione sbagliata in un contesto negativo come quest’anno ci può anche stare..
    Ma é davanti agli occhi di tutti noi tifosi viola anche i meno obiettivi che questo ragazzo non é progredito dal punto di vista tecnico e ahimè soprattutto dal punto di vista tattico e dei movimenti che una prima o seconda punta che dir si voglia dovrebbe fare per essere utile alla squadra e ai compagni.
    E questo finché lo penso io oun altro otutti noi é un conto visto che siamo solo tifosi.
    .il problema per il Cholito é che lo pensano soprattutto Montella Prade Antognoni in società che lo hanno di fatto messo ai margini del progetto tecnico e inserito nella lista partenti..unica speranza che possa andare in prestito , maturare , migliorare o magari risultare come Rebic che se rivenduto generi un profitto per la Fiorentina.Ad oggi altro non v’è..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Etrusco - 3 mesi fa

    Fa bene ad essersi indicato il cognome dato che spesso quando scende in campo se lo dimentica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Cosimo de' Medici - 3 mesi fa

    Indicava il cognome di chi l’ha portato a giocare fino a questi livelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. luca66 - 3 mesi fa

    Ma non c’è proprio verso di sbolognarlo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. simuan - 3 mesi fa

    …no dai, ma che scherzi…senza polemica…l’e’ due anni che fa’ schifo, segna coi contagocce e quando per sbaglio lo fa’ si mette anche a fare le scenette…MA SENZA POLEMICA PERO’, EH!….ma se si levasse dai tre passi non sarebbe meglio per lui e per tutti?…ma e’ cosi’ difficile da capire???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ale612 - 3 mesi fa

      Memoria corta quando fu preso era un acquisto eccezionale detto da tutti anche addetti ai lavori… Visto che siete tanto bravi come tecnici mi dite 5 nomi di attaccanti che a 22 (oggi 24)anni si sono presi la responsabilità di reggere da solo l’attacco di una squadra di serie A giocando in un ruolo non suo…per me può anche andare via sicuramente ne arriverà uno più forte però mi ricordo del primo Alonso del primo Badelj di Ilicic chissà se mi dovrò ricordare anche di Simeone….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. luca66 - 3 mesi fa

        Quindi se eravamo contenti quando si prese deve essere il nostro centravanti per sempre ? A me fece pena anche l’anno prima

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BlandoTifoso - 3 mesi fa

          Non guardare la scorsa stagione sono naufragati tutti ma ne conosci tanti attaccanti di 22 anni che si prendono la responsabilità dell’attacco ed il primo anno fanno 15 gol? Luca Toni prima dei 28 anni non segnava nemmeno con l’imbuto! Siete troppo facili a giudicare ed infamare è per questo che poi quando se ne vanno giocano da dio.. perchè qui vengono annichiliti dalle critiche facili.. Ma si continuiamo a farci del male!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. nome simpatico - 3 mesi fa

            I gol furono 13 grazie alla tripletta al napoli.

            Mi piace Non mi piace
    2. BlandoTifoso - 3 mesi fa

      Ti piace spararle grosse ma cosi è troppo 2 anni fa ha fatto 15 gol.. l’anno scorso mi devi dire quale attaccante della fiorentina riusciva a ricevere una palla decente anche per sbaglio.. il gioco era utile solo per uccidere il gioco.. chiunque girasse li davanti faceva figure di m.. punte falsi 9 ecc.. nessuno riceveva una palla decente. Non si può fare riferimenti all’anno scorso perchè l’anno scorso quello meglio aveva la rogna il pregio del non gioco di pioli!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. IlSommoPoeta - 3 mesi fa

    Solo i nostri “tifosi” sono capaci di criticare sempre e per partito preso i nostri giocatori. Complimenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolohendri_11578369 - 3 mesi fa

      Partito preso ? Ma i tabellini li guardi ? Toni è l’attaccante più sgraziato che abbia mai visto ma non l’ho mai criticato….anzi !!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Sblinda - 3 mesi fa

        Diciamo così, se guardi il tabellino non puoi criticare Benassi, ma lo critichi. Se guardi il rendimento devi criticare Pezzella, Simeone, Chiesa e tutta la rosa dello scorso anno perché abbiamo rischiato la B.
        L’anno passato non fa testo. Ripetiamo. Se rimane puntiamoci e sosteniamolo, se parte medaglina. Ma al momento è un giocatore viola!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Ale612 - 3 mesi fa

        Se guardo i tabellini Chiesa 15 reti in 3 stagioni… Simeone li ha fatti al primo anno e non nel suo ruolo per te Chiesa sarebbe inferiore a Simeone… Toni a 22 /24 anni pensava di smettere e poi a vinto quello che a vinto..sicuramente sbagliando io dico facciamo giocare ancora per un anno Simeone ne suo ruolo e poi decidiamo… Mi riferisco anche alle Dichiarazioni di Prade’che vuole rilanciarlo… E se poi va via ciao e grazie…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. simuan - 3 mesi fa

      …partito preso???…questa l’e’ clamorosa davvero!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy