Si poteva fare di più per trattenere Badelj? Chissà. Corvino ha fatto il massimo sforzo

Il regista croato ha salutato Firenze con una lettera aperta: è partita la caccia al sostituto

di Redazione VN

Spazio all’analisi della partenza di Milan Badelj su La Repubblica: “La domanda resta sospesa nell’aria: la Fiorentina poteva fare uno sforzo in più per trattenere Milan Badelj? Chissà. Intanto lui ha salutato la città con una lettera pubblicata sul sito ufficiale. «Forse sbaglio, ma vorrei provare ad andare oltre, lasciando il luogo che considero casa mia, luogo dove ho trovato serenità, equilibrio e felicità. Poi però devo fare i conti anche con la realtà: la vita di un giocatore non è lunghissima e io purtroppo non sono pronto per dedicarmi alla Fiorentina per sempre: ho ancora la voglia e l’entusiasmo di mettermi alla prova » . Cioè cambiare destinazione e soprattutto ambizioni. Su di lui, da tempo, ci sono squadre come Lazio (soprattutto) e Milan (più defilato adesso). La parola chiave, in questi casi, è una sola: prospettiva. Corvino ha sempre detto che lo sforzo economico, un quadriennale a 1,5 milioni a stagione, era il massimo per per un giocatore di questo profilo. Forse però Badelj si aspettava qualcosa in più dal punto di vista delle ambizioni. E così la Fiorentina ha dovuto nuovamente fare i conti con un giocatore in scadenza”.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. nando540 - 2 anni fa

    è un professionista, che vuoi che interessi a un giocatore Slavo la Fiorentina guardano solo ai soldi, l’offerta era giusta gli offriranno di sicuro più di due milioni a stagione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ziomario - 2 anni fa

    Mah la mia opinione e che per prima cosa un giocatore così la società non doveva farlo arrivare a fine contratto per logici motivi e poi l’offerta fatta a me personalmente sembra bassa è si un contratto di più anni ma per Badelj andava fatto uno sforzo maggiore dai. A Firenze stava bene lui e la sua famiglia cosa da non trascurare Questa politica proprio non la capisco ora ti devi andare a cercare un nuovo giocatore con un budget limitato e che si deve ambientare. Speriamo che arrivi uno migliore di lui. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele - 2 anni fa

      in teoria potrei anche essere daccordo con te però la situazione non è così semplice, innanzi tutto badelj sono anni che dice di voler andare via, i rinnovi di contratto negli scorsi anni gli sono stati offerti e gli ha sempre rifiutati, quando l’anno scorso è stato deciso di tenerlo sapevamo già che quest’estate si sarebbe svincolato a zero è stata solo la tragedia di astori a fargli venire dei ripensamenti e a fargli valutare l’offerta della fiorentina altrimenti lui avrebbe già firmato con qualche altra squadra senza nemmeno ascoltare l’offerta viola. Per quanto riguarda il discorso dell’ingaggio il problema è che se aumenti il contratto a badelj a 2 milioni a quel punto anche chiesa, simeone, veretout, pezzella e forse anche altri vengono a chiederti un aumento d’ingaggio con la conseguenza che viene sforato il budget ingaggi prefissato di 50 milioni e ci ritroviamo nuovamente nella situazione della scorsa estate a dover ripianare il bilancio, purtroppo questa è la politica scelta dalla società, è una politica che a me non piace ma finchè ci sono loro rimane questa e offrire un contratto di 1,5 milioni per quattro anni a badelj è perfettamente in linea con questa politica ed è il massimo possibile che gli può venire offerto senza che gli altri giocatori chiedano a loro volta un’aumento d’ingaggio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ziomario - 2 anni fa

        Niente da dire il tuo è un ragionamento giusto io chiedo solo che si faccia il possibile per allestire una squadra con buoni giocatori in modo da non rimanere nel limbo del centro classifica e di essere competitivi almeno per la Coppa Italia e per l’Eufa. Ai DV i soldi non mancano un piccolo sforzo lo possono anche fare. Saluti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy