Riecco il Frosinone: all’andata iniziò il declino viola

La Fiorentina cerca una vittoria che, in campionato, manca dal 17 febbraio, in casa dal 16 dicembre

di Redazione VN

A come “anonimato”. Ma anche come “andata”. E proprio nella partita di andata contro il Frosinone è iniziato il lento declino viola che ha portato la formazione di Pioli al decimo posto in classifica, senza troppe possibilità di gioie (Europa) o dolori (zona calda). Al Benito Stirpe – scrive La Gazzetta dello Sport – la Fiorentina passò in vantaggio, sprecò un paio di occasioni ghiotte per il raddoppio e si fece raggiungere al 90’ con il missile all’incrocio di Pinamonti. Una doccia gelata male assorbita. In un girone, da quel momento, la Viola è riuscita a vincere appena quattro partite. I quindici segni X in schedina hanno allontanato la Fiorentina dall’obiettivo stagionale, il ritorno in Europa. Europa semmai ancora possibile tramite la via della Coppa Italia, con lo sguardo di tutti proiettato da tempo solo alla sfida di ritorno con l’Atalanta del prossimo 25 aprile. La Fiorentina non vince dallo scorso 17 febbraio, in campionato nel 2019 ha ottenuto i tre punti solo in due occasioni e nelle ultime 6 gare sono arrivati 4 pareggi e due sconfitte. Non il modo migliore per preparare la semifinale contro l’Atalanta. Fondamentale tornare a vincere. Per il morale, l’autostima, il pubblico e la dignità. Evitando un’altra A. Quella di “agonia”.

vnconsiglia1-e1510555251366

Fiorentina-Frosinone in tv su Dazn: puoi ancora attivarlo gratis

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ilRegistrato - 2 anni fa

    In casa contro Frosinone la vittoria della Fiorentina è dovuta. Anche se per la classifica non serve ormai più a nulla occorre una bella vittoria rotonda nel punteggio e con una chiara dimostrazione di forza nella manovra. Chiaramente questa Fiorentina non è così forte come molti si aspettavano a inizio stagione, tuttavia fra Fiorentina e Frosinone c’è almeno una categoria di differenza che si deve vedere in campo e nel risultato. Una non vittoria contro il Frosinone dovrebbe fare uscire dal campo giocatori, allenatore, e dirigenza subbissati dai fischi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CippoViola - 2 anni fa

      Hai ragione, quello che ipotizzi però sarebbe dovuto accadere già con il pari a Frosinone, o ancora col pari a Bologna o col Genoa in piena crisi per non parlare della sconfitta in casa col Parma. Questi erano i campanelli di allarme per comprendere che “chiaramente questa Fiorentina non è così forte come molti si aspettavano a inizio stagione”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy