Ricavi, risultati, prestigio: un nuovo stadio è tutto questo

Ricavi, risultati, prestigio: un nuovo stadio è tutto questo

Sul Corriere Fiorentino l’analisi del progetto del nuovo stadio della Fiorentina e tutti i benefici che questo può portare

di Redazione VN

Sul Corriere Fiorentino si parla dei possibili effetti positivi che può generare la costruzione del nuovo stadio per la Fiorentina. I nuovi ricavi garantiti non sono sufficienti a rendere l’idea dell’impatto positivo che può avere un impianto così. E’ un asset in grado di rafforzare il brand di una squadra e, magari, di attirare anche investitori dall’estero. Un club che già può fregiarsi della possibilità di rappresentare nel mondo una città come Firenze, domani si potrà presentare con un biglietto da visita in grado di aprire le porte di nuovi mercato, quelli oggi calcisticamente più ricettivi, la Cina, l’Estremo Oriente, i Paesi Arabi, l’America del Nord, aumentando così esponenzialmente le possibilità di ulteriori nuove entrate. Certo, purtroppo si dovranno ancora fare i conti con la debolezza strutturale attuale del sistema calcio italiano. Il paragone con il Tottenham, squadra simile alla Fiorentina per storia e per bacino d’utenza, è impietoso. Il White Hart Lane, stadio della squadra londinese, ha una capienza di 36mila spettatori e dall’impianto il Tottenham ricava 57 milioni l’anno, contro i 14 della Fiorentina dal Franchi. Le entrate commerciali dei diritti tv sono 83 milioni contro i 10 viola. Per questo non bisogna perdere tempo, il Rinascimento viola è tanto scenografico quanto urgente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy