Ribery, la Nazionale e l’aneddoto del 2006: “Post Italia-Francia? All’antidoping con Thuram”

Ribery, la Nazionale e l’aneddoto del 2006: “Post Italia-Francia? All’antidoping con Thuram”

Ribery parla del rapporto con la Nazionale francese, lasciata nel 2014 per concentrarsi sul Bayern

di Redazione VN

Nella lunga intervista al Corriere dello Sport, Franck Ribery ha toccato anche temi non strettamente legati al mondo viola, tra cui quello della Nazionale, lasciata nel 2014 per concentrarsi solo sul Bayern Monaco (“mentalmente non ero più in grado di affrontare il doppio impegno”). Ma si torna anche al Mondiale 2006, quando i bleus dovettero inchinarsi in finale all’Italia (“ma non provo invidia”) e racconta un aneddoto: “Post gara? Antidoping, io e Thuram non rientrammo subito nello spogliatoio, quindi non so dirti quanta tristezza o rabbia ci fosse. Nei giorni successivi sono stato troppo male, però”. Far parte di quella squadra però è stata una delle sue più grandi fortune: “Zidane, Thuram, Abidal, Vieira, Henry, Trezeguet, Makelele. Una squadra irripetibile, sembravo un bambino finito dentro un sogno”.

Ribery su Chiesa: “Più centrocampista esterno che punta. E’ un tipo chiuso, ma sa ascoltare”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy