Rialti scrive: “Disastro Montella. Attenzione a Prandelli con Batistuta vice”

Rialti scrive: “Disastro Montella. Attenzione a Prandelli con Batistuta vice”

Da oggi inizierà il processo ad allenatore e a tutta la squadra

di Redazione VN

Lecce da urlo. Viola sparita“. Questo il titolo dell’articolo di Alessandro Rialti pubblicato sul Corriere dello Sport. Riportiamo una parte:

Fiorentina in ginocchio, battuta nettamente da un fantastico Lecce. Un disastro quello di Montella, al quale tutta la curva dei viola grida: “Salta, salta la panchina”, in mezzo ai fischi. E adesso davvero il tecnico viola sente bruciare la sua panchina. E intorno alla città rimbalza il nome di Prandelli (con Batistuta in funzione di vice) oppure Gattuso. I prossimi giorni saranno decisivi e sarà Commisso a dire l’ultima parola. La Fiorentina giustamente perde, un punto nelle ultime quattro gare. Un disastro. Da oggi inizierà il processo ad allenatore e a tutta la squadra.

Caricamento sondaggio...

Notte fonda al Franchi: Commisso è fast, la Fiorentina è slow

52 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. simuan - 3 mesi fa

    …se la soluzione dei problemi si chiama Prandelli allora siamo davvero alla frutta. Vi rifiutate ancora di capire che l’origine di tutto e’ stato il mercato estivo e chi l’ha fatto. Incredibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco Chianti - 3 mesi fa

    Non so cosa voglia dire vincere nettamente per Rialti. E’ vincere nettamente giocare nell’area di rigore per novanta minuti, subire per l’intera partita con la squadra avversaria che si mangia l’impossibile e fare gol alla prima (delle due totali) sortita offensiva? Detto ciò a questo punto sono favorevole ad un cambio nella panchina viola e vorrei vedere una persona nuova come Gattuso per esempio o qualcunaltro, Spalletti per esempio ma non credo che venga a campionato in corso, forse a fine anno. Graditi anche nomi nuovi ma non Prandelli e Batistuta. Sono stati dei grandi nella storia della Fiorentina ma Prandelli porterebbe già in dote delle divisioni e le vedovalle sarebbero già sul punto dell’isteria perché, anche se i fratelli sono lontani, queste non perdonano chi li ha criticati in passato e aspettano qualsiasi occasione per criticare l’attuale proprietà. A questo punto nome nuovo e fiducia immutata in Rocco. Sgabelliamo quest’anno, restiamo in serie a e poi ci divertiremo e relegheremo le vedove ad aspettare l’acquisto dell’Ascoli da parte dei fratelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Antonio da Papiano - 3 mesi fa

    Cambiare allenatore, secondo me, con questa rosa non serve. Ha l’effetto di produrre solo ulteriori costi per il club. Questa situazione è il risultato degli ultimi tre anni della precedente proprietà.
    L’eredità lasciata dalla coppia Della Valle – Corvino è molto pesante. Ci sono in rosa numerosi esuberi (Eysseric, Thereau, Dabo, Cristoforo, Oliveira, Saponara quest’ultimi due probabilmente non riscattati) il cui ingaggio per un club come la Fiorentina è molto oneroso. Esuberi che non hanno trovato alcuna collocazione in altri club. Per non parlare della selezione dei giovani fatta da Corvino : Piccini, Zaniolo, Mancini a cui si aggiunge anche Petriccione. Tutti regalati pur di sfoltire l’organico e ridurre i costi. A questo quadro desolante zeppo di errori di valutazione si aggiunge l’ultima “perla” in ordine cronologico della precedente proprietà rappresentata dall’ingaggio di Montella altrettanto oneroso per due stagioni e mezza (considerando la precedente). Bisognerebbe chiedere alla precedente proprietà perchè ingaggiare un nuovo allenatore visto che volevano vendere ? In queste condizioni Commisso e Barone potevano fare ben poco e purtroppo temo che quest’anno la serie B sarà inevitabile. L’errore di confermare Montella è stato fortemente condizionato dall’impossibilità di sostenere due ingaggi onerosi per due allenatori (partendo dal presupposto di prendere un “big”). In questa situazione molto complicata una retrocessione può rappresentare anche una opportunità per rifondare completamente il club e soprattutto la rosa dei giocatori. In fin dei conti quello che ci ha lasciato la precedente proprietà è un fallimento tecnico da cui risollevarsi non è facile viste le attuali scarse possibilità di investimento (il fairplay finanziario deve essere rispettato). I progetti centro sportivo, stadio richiedono tempo e prima di poter aumentare la capacità di investimento ci vogliono almeno 4 – 5 anni. Andare in serie B non sarebbe da questo punto di vista un grande problema visto che nel precedente fallimento siamo finiti in C2. Direi che l’errore che possiamo attribuire a Commisso è stato quello di riprendere Pradè che non è stato capace di contenere e gestire il disastro tecnico di Corvino. Lui è il primo che andrebbe licenziato ma questo sarà possibile solo a fine stagione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 3 mesi fa

      Effettivamente il Lecce ha una squadra che supera i parametri del Fair play finanziario. Continuate ad abbassare l’asticella dando colpe a persone che non sono più in Società da 6 mesi e iniziate quasi a dire che un bel anno di serie B sarebbe utile. Fast Fast direi. Sarebbe il centro sportivo piu bello della serie B e poi pure della lega Pro. E sai lo stadio da 500mila persone quando si gioca con il Prato. Ahahaha certo se questi sono gli obiettivi andiamo bene! Martedì con il cittadella che dici vinciamo o lasciamo la coppa che ci drena energie? E zaniolo e petriccione e Mancini li ricompriamo prima di aver venduto chiesa e Castrovilli o dopo? Patetici

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. andrea_fi - 3 mesi fa

      Caspita che fenomeno. Mai letto un riesame critico con una interpretazione così falsa e inventata. Commisso è miliardario. Non avrebbe avuto nessun problema a sostituirlo. La conferma di Montella è stata una decisione della nuova proprietà convinti di fare la scelta tecnica migliore. In special modo Pradè. Non c’entra niente l’ingaggio di Montella. Se Commisso non era convinto avrebbe senz’altro cambiato allenatore. Non c’erano problemi economici. Perciò i DV per una volta non centrano assolutamente niente. Altrimenti diventano il capro espiatorio a giustificazione di ogni errore di questa proprietà. Tra l’altro fino ad ora ringraziamo i giocatori della precedente gestione perché escluso Ribery l’ultima campagna acquisti della Fiorentina di Commisso è stata un disastro. E se dovessimo andare in serie b la colpa è assolutamente di questa società non della precedente. Qualcuno qui dentro insiste con le critiche ai DV per difendere se stesso e i post pubblicati in passato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ViolaLuke - 3 mesi fa

      Ma invece del caffellatte cosa hai bevuto stamani per colazione?
      Secondo la tua tesi andare in B non sarebbe un un dramma, anche potrebbe avere un benefico effetto catartico e rigenerativo.
      Farneticazione.
      È la colpa di chi sarebbe? Ovviamente dei Della Valle e di Corvino (forse sono loro che hanno confermato Montella, hanno preso Pradè e non hanno speso nemmeno un euro sul mercato?).
      Doppia farneticazione.
      La vogliamo smettere di pensare ai Della Valle e a Corvino? Basta. Capitolo chiuso. Ognuno ha le sue idee su di loro, ma ora sono in scena muovi protagonisti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. hunter - 3 mesi fa

    Dobbiamo pensare alla salvezza e quindi ci vuole un allenatore che già conosce Firenze ed abbia esperienza al meno fino a fine stagione per poi ripartire con uno nuovo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. iG - 3 mesi fa

    Il problema N1 e’ l’ allenatore scarso e incapace. Da quando e’ tornato a FI ha fatto il record delle partite perse., ma un altro grave problema e’ una rosa di giocatori veramente scarsa.

    Faccio prima a contarvi i giocatori in rosa adatti alla Serie A che sono
    DRAGO – MILENKOVIC – PEZZELLA – CACERES – CASTROVILLI – ZURKOWSKI (che Montella infatti non vede)- RIBERY – CHIESA – VHLAOVIC

    il resto e’ sciarpame di sottordine!!!

    ECCO stiamo facendo un campionato con 9 GIOCATORI di CALCIO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. iG - 3 mesi fa

    non sono stato proprio un fan di Prandelli ma una soluzione come prospettata da Rialti ci farebbe fare un salto di 100 anni luci rispetto al triste perdente scugnizzo napoletano.

    Del resto unperdente e’ un perdente e tra PERDENTI si PIGLIANO
    (DELLA VALLE – MPNTELLA l’ accoppiata piu’ perdente mai vista a FIRENZE )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ottone - 3 mesi fa

    Complimenti a PinoGuastell. Tra i tanti commentatori è l’unico, che io sappia, che non si genuflette a S. Antonio da Marsciano. E dice le cose come stanno: il giovanotto del bel tempo che fu è mentalmente un perdente nato. Non è assolutamente adatto a dirigere alcunché, se non, forse, casa sua. Che c…ci fa da una vita ai vertici societari? Vende fumo? Il calciatore non si tocca, ma le statuine dei santi andiamo a pregarle in chiesa che è meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. giusetex7_9905901 - 3 mesi fa

    “Fiorentina fantastica battuta da un fantastico Lecce”, basta questo per evidenziare quanto la stampa svolga un ruolo fondamentale nel creare un ambiente coeso. Usare le parole “disastro” in continuazione aiuta solo a fomentare la piazza. La società non ha dato obiettivi e questo secondo me è stato il primo errore e poi hanno chiesto pazienza e in una piazza come Firenze è impossibile averla e questo è stato il secondo errore. La squadra è ovviamente incompleta, anche un cieco se ne accorgerebbe ma il mercato per le vicende societarie è cominciato tardi. Montella non ha in mano una squadra adatta a lui, a cominciare dal centrocampo e non ha un bomber da 20 gol ma tanti attaccanti che insieme forse arrivano a 20 gol. Abbiamo già dimenticato tutti i 4 posti e le coppe giocate (si dice è solo merito di pizzarro che tra l’altro spesso dopo il primo anno era infortunato). Abbiamo 8 giovani sotto i 20 anni alla prima esperienza in A. Commisso appena arrivato disse che voleva migliorare il posto dell’anno scorso ergo se non retrocede ha raggiunto il suo obiettivo. Basta ascoltare le persone, come quando si chiedeva ai della valle di parlare chiaro e disse “settimo posto” e venne infamato. La società moderna e il tifoso ancora prima vuole tutto e subito mentre per costruire un vero progetto ci vanno anni fatti di alti e bassi, purtroppo non siamo capaci di aspettare. Peccato perché ho l’impressione che anche questo presidente stante questa situazione si stanchera’presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 3 mesi fa

      Può darsi che mi sbagli.Ma un eri te quello che gli stavano bene gli esperimenti perchè era un anno di transizione?O puppateli ora gli esperimenti;incartateli e portateli a casa.Poi mettili alla Posta così a Natale ti fruttano!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giusetex7_9905901 - 3 mesi fa

        Ti ricordi bene ed infatti io seguo favorevolmente la stagione come pure quelle coi della valle, il problema è che gente come te che invece deve vincere assolutamente altrimenti è un disastro e che quindi appena si perde chiederà la testa di tutti i giocatori, allenatori, presidente e Ds. È un po’ triste passare il tempo a criticare ma suppongo che lo fai per conoscenze calcistiche e non per partito preso. Ps io domenica visto che sono di Torino prendo il biglietto e vado a vederla anche se veniamo da tre sconfitte, del resto ognuno tifa a modo suo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. forzaviola2018 - 3 mesi fa

    diamo il bnenvenuto alla “parte” dei LECCAMISSO.. del quale ho già depositato nome e simbolo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. pino.guastell_9534945 - 3 mesi fa

    Rialti bisogna che lei scriva tutti i giorni tre sole parole: BASTA CON MONTELLA! Non suggerisca alla soccietà il nome del successore. Quello da lei indicato non fa al caso della Fiorentina. E nemmeno quello di Gattuso mi sembra una soluzione al problema. Bisogna prendere un allenatore che abbia polso, carisma e sia davvero un conoscitore del calcio moderno. L’errore della Fiorentina si chiama Antognoni, che avrebbe dovuto dire al signor Commisso che era un errore confermare alla guida della Fiorentina Montella e che avrebbe preso un grosso abbaglio ingaggiando Pradè come direttore sportivo. L’unica persona che conosce bene l’ambiente del calcio si chiama Antognoni ma, appena ha saputo che lo avrebbero confermato nello staff societario, si è fatto i cazzi suoi e oggi siamo noi, veri tifosi della Fiorentina, a piangerne le conseguenze. Stiamo passando da un’umiliazione all’altra per colpa di Montella e di Pradè. Ma dobbiamo ringraziare il nostro amato Antognoni per non aver parlato o sollevato delle obiezioni quando sono stati proposti per l’area tecnica i nomi di Montella e Pradè!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ViolaLuke - 3 mesi fa

    È triste dire: purtroppo avevo ragione.
    Eravamo in pochi a criticare il mercato sciagurato di Pradè.
    Ma avevamo ragione.
    Mercato scriteriato, da totale incompetente.
    Al di là della scelta dei giocatori, ci sono errori clamorosi e inspiegabili:
    – come si fa a comprare due giocatori più o meno uguali che giocano nella stessa posizione di campo Badelj e Pulgar)?
    – come si fa a prendere due terzini (due!) su entrambe le fasce che attaccano (così così) e non sanno difendere?
    – come si a non avere un centravanti vero e affidabile (Boateng un fantasma fuori ruolo, Pedro oggetto misterioso, Vlahovic mi piace ed ha grande futuro, ma ha ora ha 19 anni!) ?
    – come si fa a comprare o tenere ali offensive (Ghezzal, Sottil, Ribery, Chiesa), che non sanno difendere, per poi giocare con il 3-5-2?
    Pradè è il principale responsabile.
    Lo dico da sempre.
    L’ho ripetuto alcune settimane fa, prendendomi un sacco di critiche.
    Pradè va mandato via subito!
    Insieme a Montella.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CippoViola - 3 mesi fa

      Hai ragione. Partiamo col dire che l’idea iniziale pareva essere il 433.
      Prima domanda
      Di per se non sarebbe un difetto, anzi, uno lo tieni in panchina e uno gioca, il problema è che poi li si è fatti giocare insieme: colpevole MONTELLA. L’acquisto di Badelj è stato criticato da molti di noi ma pareva lesa maestà dire che Badelj era bollito: colpevole PRADE’.
      Seconda domanda
      Lirola e il famoso Sassuolo che è bottega cara è stato strapagato, non si può pagare 10mln un giocatore e sentirsi dire bisogna aspettare che cresca.
      L’arrivo di Dalbert è causa della partenza di Biraghi (anche se dicono che non è vero); era risaputo che Biraghi voleva andare all’Inter che lo voleva per la questione vivaio, occorreva un piano B da subito: colpevole PRADE’.
      Terza domanda
      E’ stato cercato Llorrente poi non so più chi altro, Simeone voleva restare (neanche io l’avrei tenuto dico la verità). Se si voleva giocare con una punta centrale da 433 Vlahovic poteva anche restare ma andava preso il famoso titolare d’esperienza da affiancargli sarebbe andato bene anche un Okaka… e poi è arrivato Boateng. Colpevole PRADE’
      Quarta domanda
      Hanno cercato (menandocela a più non posso) il famoso DePaul ma poi alla fine è arrivato in prestito Ghezzal, qua PRADE’ se l’è giocata male forte, anche pensando a quell’altro francese che sembrava volesse arrivare e poi è spuntato Ghezzal.
      Il tenere le ali offensive e poi giocare col 352 è frutto dell’assenza del centrale forte e della scarsezza dei terzini che ha obbligato Montella ad abbandonare il 433 e a mettere più ciccia nel mezzo (con giocatori sbagliati). Le ali offensive le potevi anche tenere se giocavi on 3 davanti ma poi ci si è resi conto che dietro c’era il vuoto. Se si continua così Zurkowski, Sottil e Montiel è bene che vadano a giocare in prestito da altre parti, non li voglio vedere in tribuna.
      Aggiungo una quinta domanda però.
      Che ne è stato di quel profilo da mediano/centrale (cito i primi che mi ricordo di questa estate) alla Berge, Diawara, Mandragora, Rongier, Nainggolan, Gagliardini? Non dico dovessero arrivare questi nomi per forza ma il profilo andava trovato dopo l’uscita di Veretout (tutt’altro che inaspettata), mi sarei accontentato di un Fofana dall’Udinese. Colpevole PADRE’ e non penso che a gennaio si possa rimediare ormai.
      Qui il cambio dell’allenatore non so se possa aiutare più di tanto perché c’è un problema più profondo: non esiste il centrocampo che filtra né che costruisce, ad oggi ci affidiamo alle giocate di Castrovilli e a Ribery che deve tornare a prendersi la palla e che giustamente prende una saccata di pedate nel farlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ViolaLuke - 3 mesi fa

        Condivido.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. folder - 3 mesi fa

        Tutto Vero!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. folder - 3 mesi fa

      “Eravamo in pochi a criticare il mercato sciagurato di Pradè”

      IO C’ERO!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. simuan - 3 mesi fa

        …anche io.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Gasgas - 3 mesi fa

    Io prenderei Cavasin, per la b del prossimo anno va bene…
    Ribadisco, legge non scritta del calcio: le minestre riscaldate non vanno bene!!!! Bati magari…in campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Elmauri - 3 mesi fa

    Montella ha certamente una parte di responsabilità, ma dategli un centravanti serio e ieri finiva 3-1. Ragazzi, il calcio è fatto anche di numeri. Per una squadra da medio/alta classifica servono almeno 45 gol. Mi dite come facciamo a farli con questa rosa? Ribéry è un fenomeno ma ha sempre segnato pochino, Chiesa idem, i centravanti sono degli esordienti o dei bolliti, qualche gol può venire dal centrocampo e da Milenkovic, ma è dura arrivare a 45/50… E chi ha preso due terzini incapaci a difendere? Chi ha riportato un ex come Badelj? Poi, possiamo anche cambiare Montella, ma Gattuso è peggio di lui…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. gianni - 3 mesi fa

    Allenatore non adatto al calcio di oggi ( vedi sampdoria, Milan e Siviglia ) , DS peggio dell’allenatore ( fuori dai tempi) . Giocatori comprati senza criterio logico, tanto per fare numero. Tanto valeva tenerci i nostri, ma l’importante era cambiare, ma non in peggio ! Se questo è il buongiorno , allora si può chiudere bottega.Giocatori comprati dall’altra proprietà messi in naftalina ( Montiel, sottil, Terzich e il polacco under 21 ) , mi pare di vivere in un altro mondo. Spero che Commisso abbia un momento di lucidità in questi giorni, perché così fast fast si va in B , anche se ieri ci hanno abbonato almeno un rigore contro ( Caceres alla fine del primo tempo ) . Ma noi siamo così inconcludenti e prevedibili che siamo riusciti a perdere . VOglio vedere le prossime 3 partite ( Torino , Inter e Roma ) queste ultime 3 perse dovevano invece servire a farci salire in classifica e metterci al riparo . Ora la vedo buia , quasi nera. E non pensiamo ancora i cavalli di ritorno ( Prandelli ) . I nostalgici sono finiti da tempo ormai .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Barsineee - 3 mesi fa

    La curva cantava “Della Valle vaffanculo della Valle vaffanculo …” Da oltre 20 giorni una tifoseria anestetizzata che continua a non avere il coraggio di fare sentire la propria voce, affabulato dal pifferaio magico del fast Fast. Risultati in US? A New York dove siamo andati a prendere quel grande fenomeno del calcio di joè Barone i Cosmos sono sul baratro della radiazione, iscritti in quarta divisione del campionato americano e non mi sembra che siano progettati verso un grande futuro. Qua si parla solo di speculazioni edilizie ma di fatto di giocatori e/o gioco non se ne parla. E nessuno dice nulla. Tutti anestetizzati. Anno di transizione. Chi salvereste dalla squadra di ieri sera? Così per capire?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giglioviola - 3 mesi fa

      Speculazioni edilizie ??? Bastano queste due parole per capire la Sua intelligenza e modo di ragionare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iG - 3 mesi fa

        Non lo stare a sentire, questo e’ il MAGGIORDOMO di DELLAVALLE rimasto senza padrone esenza stipendio.

        Piuttosto ci dica di un affare per me da ufficio inchiesta. Hanno fatto contrtto di 3 anni a Montella sapendo bene che se ne stavano andando ,,,,
        non e’ che glielo hanno fatto con un idea di ….
        pero’ pero’ meta’ stipendio …bla bla bla black
        chi e’ FURBO per capire capisca

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Barsineee - 3 mesi fa

          Caro iG, se i soldi non sono un problema, Montella viene cacciato via il 10 di giugno e si prende Oronzo Caná. La Samp ha esonerato il suo allenatore, idem il Genoa … Quindi? Non potevano fare un sacco di plusvalenze? Diciamo che questo è il primo proprietario che chiude il primo anno in attivo di bilancio. Voi credete a tutte le puttanate che vi raccontano e questo è un master of puppet a livello superstar. Thank you Rocco. Fast fast

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Barsineee - 3 mesi fa

        Come lo chiama lei un centro sportivo con 100 camere doppie a Bagno a Ripoli nel verde? 100 camere doppie? Per chi? Quante persone dormono al centro sportivo di solito in settimana? Perché fare 100 camere doppie se in media nelle foresterie ci stanno una ventina di ragazzi? Secondo lei se la Hilton avesse chiesto di edificare un complesso a basso fabbricato con 100 camere doppie di disponibilità gli davano il permesso? O forse lei non sa che in molti stadi e in molto centri sportivi si può dormire? Come la chiama una cosa del genere? Mi illumini!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco Chianti - 3 mesi fa

      Vedovina stizzosa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Lallero - 3 mesi fa

    montella ha finito la sua breve carriera, inutile allungare la brodaglia. le alternative sono poche. prandelli lasciamolo stare davvero dov’è, basta minestre riscaldate. gattuso sarà anche un motivatore ma sa fare solo quello, parlando di tattica è un vero zotico. uniche opzioni per serio rilancio sarebbero spalletti o pochettino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Mwalimu - 3 mesi fa

    Un
    Solo
    Nome

    SPALLETTI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Up The Violets - 3 mesi fa

    Ora, seriamente, io posso quantomeno sperare che abbiano capito che il problema vero è la squadra è chi l’ha costruita. In effetti, come dicevo ieri sera, cambiare l’allenatore non ti trasforma Vlahovic, Boateng e Pedro in attaccanti da Serie A, non ti trasforma Badelj in un regista ancora valido per la Serie A, non ti trasforma Lirola e Dalbert in terzini da Serie A, né ti dà quelle alternative di valore che mancano in tutti i reparti, a cominciare dal centrocampo.

    Però è oggettivamente impossibile continuare con un allenatore incapace perlomeno di dare una carica atletica e psicologica che a questa squadra manca totalmente, e ormai sfiduciato dall’ambiente.

    Quando Gattuso due anni fa subentrò a Montella ai tempi del Milan (curiosamente, anche in quel caso a fine novembre-inizio dicembre), rifece da zero la preparazione atletica, a stagione in corso, e dopo un paio d’inevitabili passaggi a vuoto iniziali raggiunse gli ottavi di Europa League (venendo eliminato dall’Arsenal, non dalla Pontremolese), la finale di Coppa Italia persa solo perché contro c’era la Juve e soprattutto fece ben trentanove punti nel girone di ritorno, arrivando sesto e in EL. Quel Milan, seppure in dismissione, aveva un organico nettamente superiore a quello della Fiorentina attuale, ma l’obiettivo della mia povera Viola, per come le ultime due gestioni l’hanno miserevolmente ridotta, non può che essere la salvezza. Per quella dovrebbero bastare il cambio di panchina e l’acquisto nel mercato di gennaio di un attaccante da doppia cifra (facendo piazza pulita di quelli attuali), di una mezz’ala di sostanza e di un terzino capace di difendere. Se davvero non hanno ancora cambiato tecnico perché dopodomani c’è il Cittadella, come se la Coppa Italia potesse avere un qualche significato in una tragedia sportiva del genere, saremmo davvero alle comiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni - 3 mesi fa

      Sì ha la faccia di pensare alla coppa ITALIA ? Roba da urlo . Si pensi a come salvarci piuttosto . VIa allenatore e DS .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. giac - 3 mesi fa

    scusate ma a sottil cosa è success? perchè non entra più? è infortunato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. bura_2831690 - 3 mesi fa

    Il Lecce giustamente ha fatto il suo e ha approfittato di questa occasione, ma il “fantastico Lecce” che ha dominato forse lo ha visto mentre dormiva. A parte questo, di opzioni peggiori della conferma di Montella ce n’è una sola: Prandelli…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Prospero - 3 mesi fa

    Si è liberato Pochettino, non so se accetterebbe di venire, ma se lo facesse sarebbe un allenatore davvero da grande rilancio. Non Prandelli che è ormai fuori dal giro da troppo tempo o Gattuso che a un gioco orribile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. ottone - 3 mesi fa

    Ottavio, guarda che se le prossime tre si perdono tutte tu poi puoi chiamare anche il Messia ma dalla B non ci salva più nessuno. Dai, cerca di essere realista. Montella va CACCIATO, e SUBITO. Punto. Ha fatto già abbastanza male no? Poi il sostituto dev’essere uno col sangue che bolle, non il solito melenso democristiano che ti condisce le cose come vuole lui. O scoppiati. O riciclati. O depressi. Por favor. Dunque dentro Gattuso. Calci in c… e pedalare. Da quando in qua è un problema affrontare persino il Brescia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. pamarell_193 - 3 mesi fa

    Montella ha monte colpe, come Ghezzal invece di Sottil, ha colpe a Cagliari e a Verona. Ma ieri, senza 3 titolari fondamentali, abbiamo avuto 5 palle gol e un paio di miracoli d del portiere. Forse non è la serata giusta per mandarlo via

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. i'campigiano - 3 mesi fa

    Montella è un fiasco completo e la sua carriera (?) di pseudo allenatore lo dimostra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Ottavio - 3 mesi fa

    Il problema Montella oramai non esiste più perché le prossime tre partite (Torino-Roma-Inter) le perdi tutte, sarebbe quindi meglio se le perdesse lui per vedere se ha l’onestà di dimettersi e far risparmiare alla società il suo lauto ingaggio memorabile eredità dei DV.

    Prade’ e Corvino invece si sono divertiti sulla nostra pelle a disfare le squadre costruite dell’ altro per far vedere che erano più bravi del predecessore.

    Ecco questi sono i risultati….!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni69 - 3 mesi fa

      Ecco mettiamoci pure parade perché i calciatori nuovi mamma mia vero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Barsineee - 3 mesi fa

      Money is not a problem ahahahahah ma c’è lo siete dimenticati? L’amministrazione finanziaria ci ha autorizzato a fare minusvalenze ahahaha lo stipendio di Montella sarà mai un problema per un uomo che vuole spendere miliardi di dollari per la Fiorentina? Ah per adesso sta quasi rientrando di tutti quello speso … Colpa dei Della Valle ahahahahah patetici che siete ma veramente patetici … Com’era il corretto furbo della Fiesole della Valle vaffanculo ahahahah e noi si perde con illecce umiliati. Ma vergognatevi un pochetto. Abbiate le palle di dire “abbiamo sbagliato ad idolatrare uno che forse di calcio non ci capisce nulla”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. VV - 3 mesi fa

        la penso essattamente come te e pensare che quando difendevi i Dv mi stavi pure sul c..o. Commisso dimorte parole e pochi punti, purtroppo la felicita’ dei tifosi la fanno spesso i punti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Ringhio - 3 mesi fa

    Ma il mitico Joe non dice niente x farci un po’ ridere.
    Già ieri Commisso era a Firenze altrimenti gli faceva la finta chiama che sagoma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. bitterbirds - 3 mesi fa

    sicuro, ma meglio ancora prandelli con il fido scudiero montolivo a strascico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Up The Violets - 3 mesi fa

    Ridai con i cavalli di ritorno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. user-13889043 - 3 mesi fa

    La responsabilità è di chi tiene la direzione sportiva, ha consigliato male la proprietà su tutto, ma la cosa più grave è chi ha consigliato Prade a Commisso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. SOLOROGER - 3 mesi fa

    Io farei un processo anche ai giornalisti che hanno appoggiato in Totò questa rosa acclamando Vhlaovic titolare e che addirittura non doveva avere intorno un centravanti d’esperienza altrimenti l’avrebbe oscurato…… per un diritto divino si gioca in serie nella Fiorentina oppure serve un curriculum serio!! Io non ho capito se i soldi ci sono oppure se si pensa di fare con queste squadre e giocatori! Se i soldi ci sono vanno spesi bene e prendere qualcuno vero e soprattutto un centravanti da 20 reti. Immobile, Zapata, facciano loro ma uno così poi Dalbert è improbabile e improponibile Pulgar, Badeli è frittura mista da usare se si infortunano i titolari. Semplicemente fare una rosa da serie A. Se invece i soldi non ci sono sarà sempre la stessa storia!!! PS non mi dite che per fare la squadra bisogna vendere Chiesa perché non si comincia con vendere il migliore a rinforzare una squadra scarsa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Bottegaio - 3 mesi fa

    Questo è il giornalismo che a me non piace. Notizie pop per stuzzicare la pancia del tifoso. Contenuto zero. Un utente medio sa che le respo e giustificazioni sono condivise tra società e quadri sportivi.
    Poi un appunto.
    Occhio a perculare Montella per i dati biometrici degli atleti.
    Nel ciclismo i musuratori di potenza ( il computerino sul manubrio ) è oggetto importantissimo e fonte di polemiche. Si vincono i Giri e Tour con la gestione dei dati in corsa e in fase di preparazione.
    Non facciamoci sempre riconoscere come degli ignorantoni per queste cose.
    Un giornalismo serio, invece di fomentare il dileggio sui dati biometrici, chiama un esperto e spiega con parole semplici quanto la scienza biometrica sia fondamentale nello sport moderno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. folder - 3 mesi fa

    Ma Rialti,quando ha scritto l’articolo,lo sapeva che il Presidente aveva già confermato Montella?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. vecchio briga - 3 mesi fa

    Purtroppo non si può continuare con Montella. Probabilmente la società aveva già dei programmi per giugno e quindi andare a prendere un tecnico ora rischia di farli saltare, ma come si fa ad andare avanti..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy