Regalo triste a Batistuta. La Fiorentina è senza sussulti

Regalo triste a Batistuta. La Fiorentina è senza sussulti

La Fiorentina è incapace di andare oltre i propri limiti. Rischia di diventare utopia anche migliorare lo score dell’anno scorso

di Redazione VN
giovanni-simeone

La Fiorentina ieri ha fornito la solita prestazione a metà. Un buon inizio, un paio di gol sbagliati, poi il nulla. Nel mezzo la rete di Baselli. Risultato? Pareggio. Elementare, Watson. Sono 14 quelli dei viola. Praticamente uno ogni due partite. Un 1-1 – scrive il Corriere Fiorentino – che non serve a nessuno. E pensare che stavolta c’era anche da festeggiare il compleanno di Batistuta. Ma quella di Pioli è una squadra incapace di andare oltre i propri limiti. Ci prova, ma non ci riesce. E così a Gabriel è stato consegnato un regalato triste. Per nulla originale. La Fiorentina di quest’anno è così. Viaggia ad un ritmo piatto, senza sussulti. Basta guardare la classifica: 38 punti e treno per l’Europa ormai andato. Con buona pace di chi, alla vigilia del Torino, restava aggrappato ad una speranza che, però, non è supportata dai fatti. Anzi, di questo passo rischia di diventare utopia anche l’obiettivo, se così si può definire, di migliorare lo score dell’anno scorso quando i viola chiusero a quota 57 punti.

vnconsiglia1-e1510555251366

Pioli: “Abbiamo tirato di più, purtroppo senza raddoppiare. Muriel? Era poco brillante”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy