Quattro nomi nuovi e giovani: Pradè al lavoro per il futuro della Fiorentina

La carrellata di talenti del calcio europeo seguiti dal DS

di Redazione VN
Lassina-Traoré

In mezzo a tante trattative per il presente, i dirigenti della Fiorentina lavorano anche in prospettiva. La Nazione oggi fa quattro nomi di giovani talenti pronti a sbocciare e seguiti con attenzione da Pradè. Il primo è Lassina Traoré, 2001 dell’Ajax capace di segnare cinque reti al VVV Venlo (SCHEDA). Sempre 2001, esterno alto e non punta, è Konrad de la Fuente, canterano del Barcellona. Poi c’è Tomas Tavares terzino sinistro in prestito dal Benfica all’Alavès, e infine un profilo di Serie A, Lucien Agoumé (SCHEDA), che l’Inter ha prestato allo Spezia per questa stagione. Tutte idee per il futuro.

Mentre nel presente la Fiorentina cerca rinforzi adatti. Tutte le operazioni

BARCELONA, SPAIN – SEPTEMBER 12: Konrad de la Fuente of FC Barcelona is challenged by Carlos Albarran of Gimnastic de Tarragona during the during the pre-season friendly match between FC Barcelona and Gimnastic de Tarragona at Estadi Johan Cruyff on September 12, 2020 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)
15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Colosseo viola - 1 settimana fa

    Pradè al lavoro per il futuro della Fiorentina, è la peggiore notizia di mercato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. folder - 1 settimana fa

    Un ci credo nemmeno se gli vedo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giac - 1 settimana fa

    mi ha dato un’ottima impressione l’esterno basso olandese del Az Alkmaar ci prverei

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Lusoviola - 1 settimana fa

    i primi 3 non li conosco , agoume l’ho visto giocare ieri sera contro la sampdoria e ha fatto una partita sontuosa, fortissimo. quella è una classica operazione fatta bene dall’inter che lo ha preso e mandato a giocare in serie a, non a setubal tanto x intenderci, lo ha pagato 4,5 milioni ma ne vale già di più e comunque secondo me quello tra 1 anno max 2 è perno nell inter
    visto che si parla di spezia voglio nominare agudelo, un motorino che io avrei tenuto a firenze e poi italiano che sta facendo giocare alla grande la sua squadra mix di giovani e con tanta forza nelle gambe e con tanta qualità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 1 settimana fa

      Vedi:a Milano(sia Inter che Milan)hanno gente che se ne intende ma soprattutto hanno reti scouting che funzionano.A Firenze il DS fa scoutingt ancorato alla scrivania e visionando i giocatori su Youtube.Inoltre non prende in considerazione,per la prima squadra,giocatori che non abbiano meno di 30 anni.
      Magari quel Lassina Traoré è fortissimo ma figurati se Pradé lo conosce.Lui preferisce aspettare,aspettare e aspettare ancora,fino a quando il prezzo del giocatore sale talmente che è appetibile solo per le squadre inglesi o per le grandi d’Europa.E a noi ci restano gli scarti:Caicedo;Pavoletti;Inglese e compagnia cantante!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. flanari69 - 1 settimana fa

      Bene. Qualcun’altro si è accorto che il nostro prossimo allenatore deve essere
      I-TA-LIA-NO
      I-TA-LIA-NO
      I-TA-LIA-NO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iG - 1 settimana fa

        Ci voglono conferme
        Non prenderei mai un italiano qualsiasi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ViolaBelugi - 1 settimana fa

    Prenderei il terzino sinistro da impilare su Biraghi, Barreca, Terzic, Hancko e Ranieri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lusoviola - 1 settimana fa

      e oliveira..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Il guru - 1 settimana fa

    Basta Pradè per favore..lo stimo come uomo ma è arrivato il momento in cui devie prendersi le sue responsabilità e andarsene: 2/3 anni con campagne acquisti milionarie (addirittura un mercato di RIPARAZIONE lo scorso gennaio con 70 milioni spesi).
    Ci sono professionisti che non hanno mai avuto la possibilità di dimostrare in una carriera intera..non è il caso di pradè, credo che sia arrivato il momento di dare a qualcun’altro il suo ruolo
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantero - 1 settimana fa

      Sono d’accordo, però bisogna dire le cose nel modo giusto, lo scorso Gennaio non sono stati spesi 70mln, Duncan 16, Kouamè 12, Igor 7, Cutrone 0, Agudelo 0, fanno 35 mln al limite con Amrabat si arriva a 55. Il mercato di Giugno 2019 è stato fatto con i soldi di Veretout (19mln) e questo Giugno è stato acquistato solo Quarta,con un incasso di 60 mln proveniente dalla cessione di Chiesa. Non ci sono stati tutti questi grandi investimenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. simo911 - 1 settimana fa

      non per difendere Pradè, ma se i giocatori non rendono secondo aspettative ci puoi fare poco. Se il tuo allenatore ti chiede dei giocatori e poi non li fa giocare…quando sono stati presi Duncan, Lirola tutti a battere le mani.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ilRegistrato - 1 settimana fa

    Che Pradé sia al lavoro per il futuro non mi fa stare tranquillo. La Fiorentina dovrebbe chiudere il rapporto di lavoro con Pradé appena finito il mercato invernale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bob - 1 settimana fa

    Pradè al lavoro per il futuro della Fiorentina è una provocazione dai….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. 66ULTRAS - 1 settimana fa

    Lui NON sarà il futuro della Fiorentina!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy