Prima la Spal, poi la Lazio: Fiorentina, che brividi

Le due trasferte diranno meglio che tipo di squadra è la Fiorentina. I viola vogliono ribaltare ogni pronostico

di Redazione VN

Domani Spal-Fiorentina. Fra otto giorni, Lazio-Fiorentina. Doppia trasferta in una settimana, doppio esame per tutti. Per Pioli, per la squadra, per la classifica che una volta rientrati dall’Olimpico di Roma dirà meglio che tipo di squadra è la Fiorentina. L’obiettivo per Chiesa è compagni è uno solo: ribaltare – scrive La Nazione – ogni pronostico. Tentare, insomma, di riportare il match con la Spal sul piano delle partite… facili (il dislivello di qualità è in ogni caso un dato di fatto).

Quindi, atto numero due, presentarsi davanti alla Lazio – squadra super – senza timori psicologici pericolosi e con le motivazioni giuste per tentare un’impresa. Sì, anche quella apparentemente più piccola (ovvero un buon pareggio) contribuirebbe e non poco a dare una svolta preziosa al cammino dei viola. Dunque, nelle due trasferte consecutive, la Fiorentina si gioca uno spicchio essenziale della stagione, quello – molto probabilmente – decisivo anche in chiave mercato. Uscire senza almeno una soddisfazione dal doppio incontro contro Spal e Lazio, significherebbe convincere la società a rivedere non poche cose anche nell’assetto della formazione messa insieme con la rivoluzione della scorsa estate.

Violanews consiglia

Cataldi: Lazio e Benevento danno l’ok alla cessione, ma si discute sulla formula

Nazione: Dubois, la Fiorentina lo acquista subito o gratis in estate

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy