Prandelli riparte dal senso d’appartenenza: dal Benevento si farà sul serio

Prandelli è pronto a prendersi la rivincita

di Redazione VN

La Nazione analizza il ritorno di Cesare Prandelli sulla panchina della Fiorentina:

I sorrisi e le pacche sulle spalle finiranno il 22 novembre prima della partita con il Benevento. Da allora si farà sul serio e parleranno i risultati: ovvio, banale, inevitabile, ma è bene saperlo subito che il miele di ritorno finirà. Intanto Cesare ha apparecchiato il clima giusto cavalcando con misura una conferenza stampa rotonda, densa, piena di agganci con il passato eppure proiettata verso il futuro, perché è questo che vogliono i tifosi, una prospettiva: e poi “senso di appartenenza, passione, coraggio, qualità, calcio propositivo, necessità di remare insieme dalla stessa parte“. Il tutto declinato con lo stile 2005-2010, quando la Fiorentina ha conquistato due qualificazioni in Champions e si è spinta verso la semifinale di Coppa Uefa. Si ricomincia da qui. Dal senso del gruppo e anche – anche se Prandelli non lo ammetterà mai in pubblico – da un senso personale di vendetta per recuperare qualcosa che è stato interrotto.

foto www.acffiorentina.com
3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luismi - 2 settimane fa

    Inboccaluppo Cesare Prandelli.
    Ma un giorno spero il ritorno di Don Paulo Souza,allenatore con le pa… lle,moderno e soprattutto voglia di vincere sempre ogni partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rudy - 2 settimane fa

    Mi auguro che Prandelli non riproponga ricette vecchie di 10 anni fa. Nel frattempo il calcio è cambiato, ora spopolano i Ten Hag, i Flick, i Gasperini. Altrimenti fra poco ci ritroveremo con un altro allenatore sul banco degli imputati. In conferenza ha parlato di intensità e aggressività, tutto quello che mancava a Iachini, speriamo faccia seguito con i fatti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco 2 - 2 settimane fa

      Aspetto le prossime cinque partite, prima di giudicare. Diamogli tempo di sistemare la squadra. Diamogli tempo anche di sbagliare un paio di partite. E mettiamoci in testa che ci guiderà a una tranquilla salvezza, nulla di più, Europa e Champions sono sogni

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy