Prandelli in lacrime dopo la chiamata. I quattro motivi del ribaltone

Oggi Prandelli dirigerà il primo allenamento

di Redazione VN
cesare-prandelli

Cesare secondo“: titola così La Gazzetta dello Sport sul ritorno di Cesare Prandelli alla Fiorentina. Dieci anni dopo il cerchio si chiude. Fino al prossimo 30 giugno Rocco Commisso pagherà tre allenatori. Non è stata una scelta facile per lui, abituato a non licenziare i suoi collaboratori. Ma la sua struttura operativa – si legge – lo ha convinto a questo nuovo ribaltone sottolineando quattro aspetti:

1) la squadra non ha identità tattica;

2) il gioco di Iachini non valorizza il patrimonio tecnico del gruppo;

3) la classifica piange;

4) la piazza lo aveva “esonerato” ormai da diverse settimane.

Prandelli non è preoccupato per il ruolo di “traghettatore” fino al 30 giugno. Il richiamo di Firenze e delle Fiorentina è più forte di qualsiasi altra cosa. Ieri, quando la dirigenza viola, gli ha comunicato la decisione, ha faticato a trattenere le lacrime. Oggi lo aspetta il primo allenamento.

Caricamento sondaggio...

 

34 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Viola-in-rete - 2 settimane fa

    Grazia Rocco, in bocca al lupo Cesare, per me sei un mito!!! E ora, tutti a fare il proprio lavoro con entusiasmo…voi a vincere e noi a tifare viola (e gufare contro i gobbi)!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rudy - 2 settimane fa

    Almeno lui non deve cercare casa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Violaebbasta - 2 settimane fa

    La bacchetta magica non ce l’ha neanche Lui, ma è una persona competente e umile, farà un buon gruppo con quello che ha. Poi non ci dimentichiamo che tra poco più di un mese ci sarà il mercato e magari qualcosa di utile potrebbe pure arrivare. L’EL sarà parecchio difficile, ma a questo punto peggio di come eravamo messi con Iachini (per il quale ho molto rispetto perchè resta uno di noi e ci ha messo l’anima..), mi sembra quasi impossibile.
    Poi a giugno, traghettatore o meno vedremo. A me piacerebbe molto anche come presidente del centro sportivo… FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. nicco91 - 2 settimane fa

    Sai che risate se anche lui fa il 3-5-2?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. BVLGARO - 2 settimane fa

    a Cesare nun piagne dai, sennò viene da piagne pure da me <3

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Niko74 - 2 settimane fa

    Passare dal pericolo retrocessine/ all’ 11° posto, a puntare alla qualificazione europa legue/ al 10° posto c’è una grande differenza. Perchè sarà questo il compito di Prandelli, dare con umiltà, oltre al bel gioco, anche ambizioni europee. Ribery, Amrbaat, Castrovilli, Milenkovic, Callejon e Pezzella, sono giocatori ambiziosi e non meritavano certo di giocare per la salvezza. Vedrete che cambierà la prospettiva delle partite, cambierà l’anima della squadra, le motivazioni contano! Non confondiamo l’impegno (almeno dai giocatori c’è sempre stato) con la motivazione; il dovere e diverso dal piacere. Vi assicuro che passare dal disordine tattico di Iachini a una organizzazione di squadra semplice, ma efficace, con le caratteristiche dei giocatori che abbiamo si può fare molto bene, ne sono certo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marco 2 - 2 settimane fa

    Prandelli è in lacrime perché ormai se la sognava una squadra da allenare. Come tecnico di transizione fino a giugno può andare bene, sperando non ci salvi con un altro biscotto indecente come quello col Genoa. Ma non illudiamoci di poter costruire delle ambizioni oltre la salvezza, con lui. Per rispetto di quello che è stato e che è, cioè una gran brava persona, prima di un allenatore che ci ha dato tanto, era forse meglio lasciarlo alla sua azienda agricola e cercare qualcuno di spessore. E adesso scatenatevi coi pollici giù, più me ne mettete più mi fa ridere, perché significa che la verità non la volete sentire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. curra - 2 settimane fa

    Per la redazione. Ma sbaglio o Batistuta dichiarò di essere entrato nello staff di Prandelli?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Alebracci98 - 2 settimane fa

    Cesare uomo vero.
    Una persona che si emoziona per Firenze non va criticata, ma rispettata sempre e a prescindere da tutto
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. OrgoglioViola - 2 settimane fa

    Grazie Presidente per averci ridato un po’ di speranza calcistica e bentornato a casa Cesare, confidiamo in te per rivedere la Fiorentina finalmente giocare a calcio e portare con orgoglio sul campo la maglia Viola. Non abbiamo certo l’organico da Barcellona ma non mi si venga a dire che ad esempio Sassuolo o Verona ci sono superiori come organico, i giocatori vanno messi in campo nei ruoli a loro più congeniali e poi vedrete che la squadra gira decentemente. In bocca al lupo Cesare e FORZA VIOLA SEMPRE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-2073653 - 2 settimane fa

    Bentornato e grazie per tutto fin da adesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. bati - 2 settimane fa

    Sosteniamo Cesare che è un grande uomo e un ottimo allenatore. Sosteniamolo davvero perchè come hanno detto altri qui prima di me, il potenziale della squadra non è così elevato. Tanti buoni giocatori, svariati doppioni e alcuni ruoli cruciali scoperti. Sono però sicuro che Cesare la renderà almeno una squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Phil - 2 settimane fa

      Concordo, la rosa ha diversi limiti (tecnici e di ruoli/ricambi) e non è costruita bene. Ci vorrà un grande lavoro anche cambiando modulo. SFV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Masai - 2 settimane fa

    Bentornato Cesare!
    Vediamo ora cosa succede, già dalle parole di oggi….Prandelli, se non è cambiato nell’invecchiare, non è di sicuro uno yes man!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. giacomo750_868 - 2 settimane fa

    Forse sarà solo una mia convinzione…..che mi porto dietro dal 2005…..ma per i piazzamenti ed il gioco che aveva dato secondo me i miracoli li aveva già fatti anche all’epoca…..aveva trovato la quadra sin dall’inizio e la squadra lo seguiva……..quello che succede quando una squadra gira bene……se il mister ha idee buone e la squadra lo segue convinta puoi anche non avere dei campionissimi che giochi quantomeno dignitosamente……se hai buoni giocatori ottieni anche qualche risultato…….al di fuori di Toni e Frey gli altri erano per lo più buoni giocatori, come li abbiano adesso in rosa (sto parlando del 2005, poi è venuto Mutu, Gilardino, Yovetic, il primo Osvaldo) ma abbiamo fatto ciccia con Fiore, Liverani, Semioli Dainelli , Gamberini etc………….ripeto buoni giocatori ma non particolarmente sopra la media………Per cui non avremo una rosa latamente competitiva ma ora sta anche ai giocatori mettersi testa in cassetta e pedalare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Black2000 - 2 settimane fa

    Prandelli mi è sempre piaciuto, ma in Romagna amiamo dira che la minestra riscaldata non è buona. Purtoppo che fa bene a Firenze, Prandelli e Montella, quando vanno non combibano niente di buono e vengono sempre esonerati. La cosa certa e che Prandelli sa dare un senso al gioco delle squadre che allena mentre Iachina è un buon gregario che ha dei limiti immensi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Labaroviola72 - 2 settimane fa

      Mio figlio a 6 anni scrive meglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. johan14 - 2 settimane fa

    Ci credo che ha pianto. Una squadra senza centravanti non l’ha mai avuta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Sblinda - 2 settimane fa

    Domanda così: ma il suo vice non era Bati? Perché riaverlo a Firenze sarebbe incredibile, anche se credo che in questo periodo sia mooolto difficile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 2 settimane fa

      no, il suo vice è sempre stato Gabriele Pin

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. dallapadella - 2 settimane fa

    Il motivo 2 era lampante. Compri Duncan, lo paghi ben 16 milioni e lo lasci regolarmente in panchina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. ottone - 2 settimane fa

    Se Commisso pagherà tre allenatori il motivo risiede solo nella sua incompetenza e dabbenaggine calcistica. Sarebbe da fare fuori tutto il gruppo dirigente, ma lasciamo perdere. Ho votato “sì” per Prandelli in quanto alternativa spendibile, ma: 1)non credo al “grosso potenziale” della squadra. Secondo me è appena superiore a quella dell’anno scorso; 2) i cavalli di ritorno non ci portano bene. Comunque un grosso in bocca al lupo a Cesare ed alla Viola, perché perlomeno ora si parlerà di calcio e non di corsa campestre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. peponio - 2 settimane fa

      altri argomenti please

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. crisbiagi_5647131 - 2 settimane fa

      Si ma la squadra dell’anno scorso era piu’forte della classifica.il problema di manico c’era anche l’anno scorso e infatti non vedevi un movimento.solo palla a ribery che peraltro non hai avuto mezza stagione quindi….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. claudio.godiol_884 - 2 settimane fa

    Buon lavoro Cesare…mi sa però che dovrai aggiungere un altro collaboratore: “Mandrake”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. BlandoTifoso - 2 settimane fa

    Mi spiace molto per Beppe che è una bravissima persona, ma, la prima parte del compito (salvare la fiorentina l’anno scorso missione compiuta. Ma questa stagione non puoi partire ad inizio stagione a fare il gioco sparagnino per il pareggio, e nel creare una squadra che macina gioco e fa risultati ha fallito. Non ci s’à una squadra da zona europa ma non è nemmeno cosi scarsa da giustificare questa scarsezza. Speriamo che Commisso abbia imparato la lezione, perchè se non si intrometteva sulle decisioni del DS, Avevamo Juric come allenatore ed era tuttà un altra musica, altro che passaggi da fermo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gerrone - 2 settimane fa

      anche questa novella di juric ha rotto …,,è inutile che si faccia sempre con il se e i ma …..prade se gomez segnava se rossi non si rompeva se milinkovic firmava se berbatov arrivava se salah restava se bla bla vla …,.prade incapace punto .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Bob - 2 settimane fa

    Bentornato Cesare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Tintyvi - 2 settimane fa

    E magari si meriti la conferma per i prossimi 2 anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. ginox - 2 settimane fa

    Veramente una identità tattica c’era. Che poi fosse di stile rocco-trapattoniano è un altro discorso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gerrone - 2 settimane fa

      trapattoni a firenze giocava con olivera bati rui edmundo …,,iachini con 0 punte a rima con due esterni di punta ….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. I'Generale - 2 settimane fa

        Con tutto il rispetto, di punte in rosa ne abbiamo 3 (TRE), tra l’altro una è sempre stata dichiarata come “il nuovo ibraimovic” pertanto vediamo se giocando nel suo ruolo naturale lo sia davvero!!!
        Di mezze punte ne abbiamo due che non so se lo sai qualche partita in champions mi pare l’abbiano fatta, più giocatori come castrovilli che non sono mediani ma CC offensivi se non trequartisti (mettici anche bonaventura)…
        I giocatori offensivi li abbiamo, basta giocare con un modulo che non li sacrifichi e che li valorizzi…. diamo tempo al nuovo allenatore che, se tutto va bene, ci farà finalmente rivedere un po di calcio…
        A fine stagione credo che ci potremo ricredere anche sul reale valore di questa rosa che che non sarà da champions ma non è nemmeno da salvezza

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. simuan - 2 settimane fa

    …quattro motivi??…ma dire semplicemente che si faceva schifo era troppo semplice?…ah gia’!…c’e’ da allungare il brodino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. thedoctor1974 - 2 settimane fa

    In bocca al lupo grande Cesare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy