Pradè, da dirigente a confessore: la Fiorentina si affida al suo DS

Pradè, da dirigente a confessore: la Fiorentina si affida al suo DS

Cambiano gli argomenti, non il ruolo

di Redazione VN
Pradè

C’è una linea che mantiene in contatto i giocatori viola e la dirigenza. E all’altro capo, scrive La Nazione, si trova il DS Daniele Pradè, impegnato a gestire gli stati d’animo dei giocatori; poco o nullo l’interesse riservato all’attività agonistica, si parla dei problemi quotidiani e si chiedono informazioni su chi è costretto in ospedale. Il mercato è bloccato, la chat fra i DS non viene utilizzata se non per argomenti extracalcistici. Ieri si parlava degli avversari, del rapporto con l’allenatore, del contratto da adeguare; oggi è tutto diverso. Intanto, la quarantena dovrebbe finire venerdì prossimo.

Minieri (ag. Castrovili): “Non sono sorpreso dell’exploit di Gaetano, è in crescita costante. Alla Fiorentina consiglio…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy