Pjaca: per Pioli il problema è psicologico. Il tecnico proverà una terapia d’urto

Pjaca: per Pioli il problema è psicologico. Il tecnico proverà una terapia d’urto

Pjaca ha rifiutato varie destinazioni a gennaio. Ora Pioli si aspetta da lui un cambio di marcia. A cominciare dai gol

di Redazione VN

Oltre che Repubblica, anche il Corriere Fiorentino si concentra su Marko Pjaca, A gennaio ha avuto offerte da Genoa, Valencia e Newcastle, ma ha preferito restare a Firenze. Dopo quattro panchine consecutive, Pioli lo ha rimandato in campo a Udine. 20 minuti. Troppo pochi per dimostrare di aver superato le difficoltà, ma sicuramente è stato un nuovo inizio a cui aggrapparsi. Corvino crede molto in lui e fatica a spiegarsi questo rendimento. Per Pioli, invece, è un problema psicologico. Dopo averlo atteso, lo ha escluso a lungo per poi ributtarlo nella mischia. Probabilmente ci riproverà con una sorta di terapia d’urto, dandogli fiducia in un momento difficile della gara, proprio come avvenuto a Udine. Inoltre gli addii di Eysseric e Thereau hanno ristretto ulteriormente il campo delle scelte.

vnconsiglia1-e1510555251366

Simeone: con l’arrivo di Muriel ha ritrovato adrenalina

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 5 mesi fa

    Ma rispedirlo alla Juve e risparmiare l’ingaggio ed usarlo per un prendere un giovane era troppo assurdo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user - 5 mesi fa

    Dargli fiducia in un momento difficile della gara significa fare una terapia d’urto?
    Io lo costringerei per una notte intera a guardare un dvd di Joaquin o di Mutu con le graffette agli occhi come il Alex il drugo….Questa potrebbe essere una vera terapia d’urto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LupoAlberto - 5 mesi fa

    Premetto: all’arrivo di Pjaca sono stato il primo a dire che per ringraziarlo per averci scelto avremmo dovuto aspettarlo, e lo abbiamo aspettato. Ma ora, avete visto la classifica? Se invece di 10 pareggi rischiando tutto avessimo ottenuto 4 vittorie e 4 sconfitte, ora avremmo potuto lottare per il quarto posto… Ovviamente non c’è certezza, ma se al posto di Pjaca ci fosse stato un giocatore discreto che avesse giocato con continuità (Sottil faceva davvero peggio di lui? E Vlahovic?), invece che giocare in 10 o 9 considerando anche il rendimento di Gerson, forse oggi parleremmo di un altra classifica. Nessuno dei due è un giocatore nostro, e se per errore tra 3 mesi dovessero finalmente fare qualcosa di buono gli unici a guadagnarci sarebbero Juve (grazie al controriscatto) e Roma. Abbiamo ancora 16 possibilità. Il tridente c’è ed è valido. Davvero dobbiamo continuare a “provare” dei giocatori che, come detto, non sono nostri e potrebbero non esserlo mai? Giochiamo le ultime 16 partite al massimo con coraggio, io personalmente di essere ottavo o decimo non me ne faccio nulla, ma quello che brucia è non averci provato davvero. SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Burlamacchi - 5 mesi fa

    Il discorso è quello che in molti facevamo in estate: questo viene da un periodo fisico difficile, con infortuni e rendimento al di sotto delle aspettative. Occhio a strombazzarlo come un colpo stratosferico, perchè che riesca ad essere determinante con la Fiorentina è ancora tutto da dimostrare.

    Giocatore che a me piaceva tantissimo, ma oggettivamente era una scommessa.
    Alcuni invece, pur di difendere il loro megadirettoreillustrissimo, ci han voluto raccontare che invece era una certezza, uno che avrebbe segnato caterbe di gol.

    Spero ancora che sia così, che si riprenda e diventi davvero determinante. Ma molte delle preoccupazioni estive purtroppo si sono avverate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Kewell - 5 mesi fa

    Sblinda, potrei darti ragione se Pjaca fosse nostro, ma siccome a giugno o si pagano 22 milioni o torna a casa, il tempo a disposizione mi sembra poco visto che in 6 mesi non si sono visti passi avanti. Mi sembra davvero una causa persa… senza contare che se fa bene gli ultimi mesi e lo riscatti la Juve potrebbe controriscattarlo per venderlo a qualcuno che paga di più. operazione sbagliata dall’inizio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Kewell - 5 mesi fa

    Ma la Fiorentina è una società sportiva o un centro di psicologia? Ma basta con questo pacco… lui e gerson in tribuna ogni domenica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 5 mesi fa

      Sie…sennò come si fa a valorizzarli ad uso e consumo di gobbi e roma?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Sblinda - 5 mesi fa

      Ti racconto la mia storia, perché, anche se marginalmente, credo possa risponderti.
      Negli anni novanta nuovato, ero anche bravo, avevo vinto da poco la medaglia d’oro alle nazionali under 18, mi si apriva davanti un bel futuro di soddisfazioni sportive, in un periodo in cui il nuoto italiano era in crescita.
      Poi, dopo una serie di problemi personali, sono entrato in un vortice di depressione, mi allenavo svogliatamente e spesso non mi presentavo. Il mio allenatore di allora sapeva tutto, perché era quasi un padre, ma fece un discorso simile al tuo e mi disse che se proseguivo in quel modo, mi avrebbe chiuso ogni porta.
      Così ho smesso di nuotare e, a distanza di anni, fatico ancora a sopportare l’odore del cloro.
      Lo sport, tutto, serve per superare momenti di crisi, che riguardino post infortuni o mancanza di fiducia in se stessi.
      Se vedessi rinascere Pjaca sarei doppiamente felice, perché ha deciso di rischiare rimanendo qui, rifiutando probabilmente un posto da titolare nel genoa, questo vuol dire che il carattere lo ha.
      Forza viola!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Hatuey - 5 mesi fa

        Ho fatto sport ad alto livello anche io e capisco la tua posizione, ma e’ inutile spiegare a questi.
        Loro sono spettatori, non sportivi.
        Loro pagano il biglietto e “comprano” il diritto a distruggere i calciatori i quali dal canto loro lo sanno, ma guadagnano tanto ed accettano il gioco.
        Il calcio e’ show-business, non sport e questo lo rende veramente brutto quando si tratta di considerare l’aspetto umano.
        Detto questo tutta la mia stima a chi si sforza di cogliere l’aspetto umano e tutta la compassione a chi ne fa uno strumento di sfogo di frustrazioni.
        Non ultimo c’e’ da considerare che c’e’ grande invidia per chi guadagna 100-500 volte solo tirando calci ad un pallone e non si vede l’ora di potersi rifare su chi e’ piu’ debole in quel mondo.
        Tutto miseramente “normale”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy