Pioli boccia i panchinari e sceglie la rivoluzione tattica: adesso la coperta è corta

Pioli boccia i panchinari e sceglie la rivoluzione tattica: adesso la coperta è corta

Aspettarsi una reazione d’orgoglio contro il Verona, ma il cuore a certi livelli non basta, soprattutto se l’allenatore deve fare i conti con la coperta corta

di Redazione VN

I colpi di Quagliarella hanno lasciato il segno sul morale della Fiorentina. I tifosi si aspettano una reazione d’orgoglio contro il Verona, ma il cuore a certi livelli non basta, soprattutto se l’allenatore deve fare i conti con la coperta corta. Se la squalifica di un giocatore (Veretout) costringe a rivoluzionare tutto, allora il problema è serio.

Come scrive il Corriere FiorentinoPioli ha bocciato Sanchez e Cristoforo facendo intendere che, di fatto, non ha ricambi per i titolari. In attacco, Babacar da domenica se ne tornerà in panchina in attesa dell’ennesimo rilancio, magari dopo una zampata delle sue nel finale di partita. Inoltre, Eysseric ha deluso ancora e allora la domanda nasce spontanea: non sarebbe il caso di provare Saponara?

Violanews consiglia

Stadio: Fiorentina, mercato in entrata solo dopo le cessioni. E quei 9 milioni…

La Roma vende Dzeko e vuole Babacar: idea scambio con Defrel

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giampiero.crocett_760 - 2 anni fa

    Pioli brava persona , ex viola , ma si conferma modesto allenatore.
    Baba ( spesso all’ala sinistra ? ) e Simeone insiema dall’inizio per la prima volta in trasferta , in un campo difficile e con un centrocampo in difficoltà per la mancanza di Veretout.
    Viene utilizzato Eysseric assolutamente impresentabile ! , Laurini centrale ?
    Purtroppo Pioli , ripeto brava persona ma si conferma allenatore modesto.
    Ovviamente tutto è legato alla latitante proprietà , vorrebbero vendere ma aspettano lo stadio…………..
    Nuova proprietà , nuovo entusiasmo , nuovi sogni sempre e solo viola!!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. VperVisirincorresulvialedeimille - 2 anni fa

    Cambiare modulo e passare per almeno 7-8 partite di fila al 4-3-1-2 con solita difesa solito centrocampo e Saponara dietro Simeone e Chiesa e vedere che succede con Saponara nel suo ruolo,Chiesa più vicino alla porta e a sgravare Simeone dalla marcatura avversaria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ammazzalavecchiacolgas - 2 anni fa

      Non credo che sgraverebbe Simeone dalla marcatura avversaria, ma è il modulo che vorrei anch’io. Avrei voluto che si provasse Hagi in attesa del miglior Saponara, ma…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. andrea333 - 2 anni fa

    Abbiamo la coperta corta grazie a Corvino e ai proprietari . Proprietari che non si vedono da un anno a Firenze e che non investono più niente nella fiorentina e corvino che ha portato un sacco di bidoni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Up The Violets - 2 anni fa

    E comunque, a chi se la rifà solo con Pioli gradirei rivolgere due semplici domande:

    1) PIOLI QUA C’È VENUTO DA SOLO O L’HA PORTATO QUALCUNO?

    2) SE DAVVERO QUESTA ROSA OFFRE LE MASSIME GARANZIE E LA COLPA È TUTTA DI PIOLI CHE NON LA SA VALORIZZARE, COME MAI LO STESSO PIOLI È ARRIVATO COME TERZA SCELTA DOPO CHE DI FRANCESCO E GIAMPAOLO CI AVEVANO SONORAMENTE RIMBALZATI ?

    Ripassate quando mi saprete fornire una risposta credibile. Che peraltro la stragrande maggioranza dei tifosi ormai sa, se è vero che oggi la società, pur di non giocare praticamente a porte chiuse, ha inviato a noi ex abbonati una e-mail nella quale si offrono i biglietti per le prossime quattro partite casalinghe (compresa quella con la Rube) al prezzo totale di 50€ (cioè 12,5€ a partita, Rube compresa)…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ammazzalavecchiacolgas - 2 anni fa

      Casomai solo Di Francesco, e per andare alla “sua” Roma. Giampaolo era a Genova da una stagione, conclusa con il record di vittorie nei derby, sicuro che Ferrero pensava di darlo a noi. Immagino i contatti risalissero all’epoca in cui Sousa era in bilico, l’anno prima. Strana, piuttosto, la virata su Pioli alla luce delle caratteristiche dei due interpellati: perché non Oddo?
      Ormai però anche questa bischerata è fatta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Up The Violets - 2 anni fa

    La coperta È SEMPRE STATA CORTA.

    – Gaspar, Olivera, Cristoforo ed Eysseric, sono I SOLITI PACCHI CORVINIANI.
    – Dias, Zekhnini e Lo Faso saranno utili a qualcosa FORSE tra due o tre anni.
    – Sanchez sarebbe una riserva decente e nulla più, ma vuole fare il titolare e quindi non rende neppure come riserva decente. Osservare, per credere, la reazione sarcastica che ha avuto all’ingresso in campo sullo 0-3 a Marassi.
    – Thereau, per una squadra DAVVERO da Europa League, sarebbe una buona alternativa, ma soprattutto a trentacinque anni e in una squadra che per il resto ha attaccanti troppo giovani per reggere il peso offensivo dell’intera squadra, NON può fare il titolare fisso.
    – Idem dicasi per Biraghi e Laurini, anche se per altre ragioni: in una squadra veramente da Europa League sarebbero al massimo in lotta per una maglia da titolare con terzini di pari valore, mentre qua sono titolari inamovibili per manifesta inferiorità delle loro riserve.
    – Tra gli “attaccanti troppo giovani per reggere da soli il reparto” di cui sopra, come Simeone e Chiesa, spicca l’eccezione di Paracar, che più che “troppo giovane” è semmai “troppo svogliato per questioni contrattuali” e per di più, anche quando ha voglia, sta al calcio moderno, nel quale gli attaccanti si muovono e creano da soli le occasioni da gol, come Orietta Berti può stare al death metal.

    Ora, queste cose si sanno non dalla disfatta dell’altroieri a Marassi, ma da fine agosto, da quando cioè questa squadra finì (TROPPO TARDI) di essere assemblata (MALE). Se uno avesse avuto bisogno dell’1-3 di Marassi per capirlo, dopo numerose altre tra figure da pellai (Crotone, Verona sponda Chievo, Ferrara…) e conclamate dimostrazioni d’inferiorità nei confronti delle squadre che DAVVERO si giocheranno il sesto-settimo posto da qui alla fine (andata con la stessa Samp oppure la successiva partita con l’Atalanta, che al Franchi ci fu nettamente superiore, al di là degli errori di Pairetto jr.), significa che di calcio ne capisce veramente ma veramente POCO. E per di più è un po’ ingenuotto, perché crede davvero in maniera ferma che questo sia un nuovo ciclo, anziché l’ennesimo gradino verso il basso percorso negli ultimi tre anni.

    Questa società, che già da settembre avrebbe dovuto muoversi per trovare soluzioni atte a completare la rosa in gennaio, nel caso in cui davvero l’inguardabile mercato estivo fosse stato frutto di errori e ritardi e non di volontà di ridimensionare, ha poco meno di otto giorni e mezzo a disposizione per cancellare la latente idea del ridimensionamento e dare a Pioli (terza scelta dopo i “no” secchi di Di Francesco e peggio ancora di Giampaolo), seppure nel solito e clamoroso ritardo, una squadra che permetta di ragionare del settimo posto non solo a parole ma con i fatti.
    Attenderò quindi il 31, anche se un’idea me la posso già fare. Dopodiché, scaduto questo esiguo tempo rimasto a disposizione, tutto sarà definitivamente chiaro anche ai più lenti di comprendonio. In un senso o nell’altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 2 anni fa

      Ineccepibile. Discorso che non fa una piega!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. folder - 2 anni fa

    Ma s’avesse a boccià anche un pò per conto suo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. folder - 2 anni fa

    La mossa più insulsa è stata Laurini centrale!Oh: siamo alla 2^ di ritorno e questo un c’ha ancora capito nulla:che allenatore!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ammazzalavecchiacolgas - 2 anni fa

    Vuoi giocare col 352? Benissimo, metti Milenkovic, Gaspar sulla fascia, Sanchez accanto a Badelj e Chiesa dietro le punte. Vedrai va meglio, no?
    Per mantenere il centrocampo a tre invece metti Chiesa mezzala come a volte faceva anche Sousa, ci sta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ammazzalavecchiacolgas - 2 anni fa

    La squalifica di Veretout non lo ha costretto a un bel niente, Pioli ne ha approfittato per tornare a giocare col centrocampo a due mediani e il risultato è stato in linea con quelli di inizio stagione. Anche quella ciofeca di difesa spuria a tre con Laurini, poi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy