stampa

Nuovi stadi, Fiorentina e Roma strategie opposte. Commisso in stallo

Il Comune porterà avanti il restyling del Franchi (5-6 anni almeno), dall’altra parte Commisso che ha chiuso all’ipotesi. Difficile un punto di compromesso

Redazione VN

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, Fiorentina e Roma (prossime avversarie) si ritrovano a condividere almeno un paio di cose: la malinconia per le due ultime sconfitte e poi la questione stadi. Le due proprietà Usa si sono trovate di fronte a problemi analoghi. Quest'ultimi affrontati però in modo differente. Se Rocco Commisso, dopo un breve flirt, è andato in rotta di collisione con la politica fiorentina, Dan Friedkin invece ha accantonato il progetto ereditato da Pallotta per puntare a costruire il solo stadio (senza spazi commerciali) in un’area sin dal principio gradita al Comune. C'è sintonia con la sindaca Raggi, con Nardella invece i rapporti restano complicati. Oltre al rendimento della squadra, lo stadio è un’altra ferita per Commisso e tra un anno Comune e Fiorentina dovranno ridiscutere dell’affitto del Franchi...

 Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images
tutte le notizie di

Potresti esserti perso