Nuova filosofia: per acquistare serve l’unanimità dei pareri

Nuova filosofia: per acquistare serve l’unanimità dei pareri

Ecco come lavorerà la squadra mercato della Fiorentina

di Redazione VN

Nell’articolo dedicato al ritorno di Dario Dainelli alla Fiorentina, La Nazione scrive anche di come verranno fatte le scelte di mercato:

Commisso ha chiarito la sua filosofia all’interno del pool che avrà la responsabilità delle scelte di mercato: una volta individuata una lista di nomi, saranno realmente avvicinati solo quelli che avranno l’unanimità dei pareri favorevoli. La novità sarà dunque quella delle scelte condivise: ognuno dovrà dare il proprio ok per l’acquisto di un giocatore. E sarà decisiva l’unanimità.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dellone68 - 3 mesi fa

    Via ragazzi, ma che unanimità per piacere……ma avete sentito la conferenza stampa di Pradè? Decidono insieme, ma volete che se Dainelli dice che non è funzionale e gli altri dicono si prende non lo fanno perchè Dainelli si è opposto? E’ risibile. Le decisioni finali le prendono Pradè, Antognoni e Barone. Alla fine conta la decisione di Pradè, sempre che Montella accetti il nuovo giocatore. E Barone controfirma. Per piacere, non diciamo fesserie.
    Queste cose sono normali, non stanno scritte da nessuna parte.
    Abbiate fiducia, la società è sana, i dirigenti sono in gamba, quindi nessun problema, nessuna preoccupazione. Avanti viola!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gummarith - 3 mesi fa

    X chi critica il metodo:
    l’articolo si riferisce ad un metodo di lavoro che prevede la condivisione e l’analisi di un gruppo su ogni songolo giocatore. Ciò aiuta a vedere pro e contro della situazione, poi come ci hanno spiegato Rocco e Joe deciderà Pradè con loro.
    E’ un metodo che serve a filtrare e non lasciare tutto in mano come nella precedente gestione del Mago Panzone da Vernole.
    Uniti si vince!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ghibellino viola - 3 mesi fa

    Stiamo calmi. Diamo tempo alla nuova società. Questa presidenza non va valutata il prossimo campionato, ma dal 2020/2021. Il primo anno ci stanno errori, confusione, criticità nei ruoli. Quando arrivarono i Pontello il primo anno la squadra fu mantenuta con pochi ritocchi; l’anno dopo fu rivoluzionata e si arrivò secondi. Chiedo a tutti di ragionare con buon senso, sia nei confronti della vecchia gestione (che NON ha lasciato macerie, ovviamente) sia nei confronti della nuova (BISOGNA dare loro TEMPO).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Trombajappe - 3 mesi fa

    Io mi vergognerei a scrivere roba così senza dare un minimo di riscontro tangibile ai lettori. Altrimenti chiunque può scrivere tutto quello che vuole senza rendere conto a nessuno. Poi si definiscono anche dei”professionisti” questi qui della Nazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. massispaghetti70@gmail.com - 3 mesi fa

    Come vorrei che tornassero i Della Valle e Corvino con i suoi stupendi accquisti così non avreste più da criticare ancora prima di cominciare.
    Aspettiamo e poi si critica che palle che tristezza!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Xela - 3 mesi fa

    metodo opinabile!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. folder - 3 mesi fa

    E se non si trovano d’accordo su nessun giocatore che si fa:un si compra mai
    nessuno?Mi pare una gran c…..a!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. 29agosto1926 - 3 mesi fa

    Andiamo bene……………. Si rischia di non prendere nessuno se occorre l’unanimità di tutto il comparto tecnico. Siamo passati dall’uomo solo al comando (sbagliatissimo) al consenso di tutti (altrettanto sbagliato).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

      Folder, burlamacchi e Cia al lavoro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. 29agosto1926 - 3 mesi fa

      Hshaha

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy