Montella ed il turn over, scelta obbligata dopo la sosta

Montella ed il turn over, scelta obbligata dopo la sosta

Dopo la sosta saranno cinque le partite da giocare nell’arco di 20 giorni

di Redazione VN

Al termine della pausa per le nazionali, come riportato da Repubblica nella sua edizione fiorentina, si arriverà ad uno snodo cruciale del girone d’andata. Un mini tour de force da cinque partite in 20 giorni contro Brescia, Lazio, Sassuolo, Parma e Cagliari, che metterà a dura prova la resistenza dei titolarissimi viola. La sensazione è che sarà necessario trovare alternative per far rifiatare chi, fino ad ora, ha fatto gli straordinari in tutti i reparti. Ribery si è dimostrato assai brillante ma la sua età non sempre gli permetterà di giocare, mentre Chiesa è reduce da un piccolo fastidio accusato in nazionale e nessuno vuole forzare la situazione. I nazionali torneranno in settimana per riprendere ad allenarsi al centro sportivo, i sudamericani come al solito per ultimi dopo lunghe trasferte intercontinentali. Le risorse a cui attingere in attacco e non solo rispondono al nome di Ranieri, Venuti, Benassi, Zurkowski, Sottil e Ghezzal. Senza dimenticare Boateng Vlahovic e Pedro, i tre che a causa del modulo hanno fatto tanta panchina potrebbero finalmente avere di nuovo chance dal primo minuto, magari in una nuova veste tattica.

Ribery e il futuro: “Spero di restare nel calcio”. E Pradè gli offre la panchina viola

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy