“Mate” Vecino: aveva stregato Sarri, se lo gode Sousa

“Mate” Vecino: aveva stregato Sarri, se lo gode Sousa

Impressionante la crescita del centrocampista targato Uruguay, che ora aspetta anche una chiamata in Nazionale

di Redazione VN

Su La Nazione si parla di Vecino, l’arma in più di Sousa, un giocatore che il tecnico del Napoli Sarri voleva a tutti i costi. Storia degli ultimi giorni estivi: il Napoli fa un tentativo in extremis, la Fiorentina dice no, proprio per volere del tecnico portoghese. Nessuna plusvalenza sarebbe stata una giustificazione accettabile per dover rinunciare a un giocatore come il centrocampista targato Uruguay. Oggi Vecino è uno dei cardini della squadra di Sousa e la sua quotazione cresce, di giorno in giorno. Anche su La Gazzetta dello Sport si parla di Mate, sempre più vicino alla Nazionale e, come scritto in precedenza, un uomo fondamentale per la Fiorentina. L’unico azzurro della sua carriera per ora è quello dell’Empoli, che lo ha aiutato nella crescita. Duttilità, resistenza e qualità al servizio della squadra: per questo Sarri voleva portarlo a Napoli. E invece è Sousa a godersi le prestazioni del classe 1991.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 5 anni fa

    Nessuno si ricorda però che Vecino è stato acquisito quando c’era Corvino
    rimasto a giocare con la primavera alla prima occasione il grande Montella
    lo ha spedito a Cagliari e poi ad Empoli,evidentemente non aveva capito ilvalore di chi aveva davanti,e spero che così non accada per Baez e che al
    la prima occasione venga sfruttato al meglio,anche questo in prospettiva è
    un grande colpo!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabio50 - 5 anni fa

    Vecino e Kalinic sono la prova che Sousa è bravo anche a individuare i giocatori utili per il suo gioco senza chiedere grossi esborsi alla società. Montella era bravo nel recuperare giocatori inutilizzati, ma se gli compravano elementi che non conosceva è anche colpa sua, significa che non parlava con gli operatori o non aveva idee precise, oppure chiedeva la luna. Credo che Sousa sia, anche in questo, un grande, speriamo che non ce lo portino via!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. albertoBilbao - 5 anni fa

      fabio, speriamo che non ce lo portino via? un ciclo dura 3-4 anni. dopo si cambiano allenatori e giocatori e spesso dirigenti. io mi godo sousa, che tutti avete infamato come al solito perchè era gobbo( ma anche interista e dortmundista) perche faceva catenaccio ( ancora ricordo i commenti dopo torino e bologna) e che vinceva solo le partitu unitili d’agosto. E che vinceva in svizzera o in israele. Ti stai riferendo a questo Paulo Sousa che hai paura che ti portino via?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy