Mariella Scirea: “Non basta il Daspo. Gaetano avrà perdonato, io no”

Scirea: “Forse è stato un modo per tornare a spezzare quell’avvicinamento fra i due club che è arrivato dopo la tragedia di Astori”

di Redazione VN

Stanno facendo discutere le scritte sull’Heysel e su Scirea apparse sabato prima di Fiorentina-Juventus e cancellate dopo la gara. Su La Nazione troviamo l’intervista a Mariella Scirea, vedova di Gaetano:

Bisogna far capire a chi si permette certe cose che non viviamo in un mondo senza regole. Che non puoi permetterti di gettare fango, di offendere, oltraggiare solo perché vai allo stadio e lo stadio può sembrare un sorta di zona franca. La Federazione, la Lega, il Coni, la politica dovrebbero insorgere, farsi sentire e invece, per adesso, non ho notato niente di questo. Io continuo ad aspettare che qualcosa, qualcuno, si muova in modo concreto. Non solo parole dunque anche se ritengo che questo silenzio sia inaccettabile. Il club viola mi ha chiamato, ho sentito il vicepresidente, Salica e lo ringrazio. E’ stata una delle prime persone che mi hanno contattato e comunque io non punto il dito, e non l’ho fatto non appena lette quelle scritte, contro Firenze e contro la Fiorentina. Non cadiamo nella banalità di una sentenza frettolosa, cioè banalizzare l’episodio dicendo che è stata operata solo di quattro stupidi, quattro imbecilli e così via. Tutto questo contribuirà solo a far sì che i giovani considerino l’andare allo stadio un qualcosa in cui puoi fare di tutto e di più. E’ qui che si deve cambiare. In fretta. Senza aspettare altri episodi del genere. Forse Gaetano avrà perdonato, ma io no. Questa volta non mi piace far finta di nulla. Ci sono regole, ma vengono disattese, e dare campo libero a queste persone non è un bel segnale per i giovani. Non basta il Daspo, servono azioni più drastiche. Se mi sono fatta un’idea sul perché è accaduto questo? Ho un pensiero in testa. Forse è stato un modo per tornare a spezzare quell’avvicinamento fra i due club che è arrivato dopo la tragedia di Astori. Tutta la Juve aveva e ha partecipato a quel dramma a quel dolore.

vnconsiglia1-e1510555251366

Mariella Scirea: “Niente perdono, serve un segnale forte. Non ce l’ho con i veri tifosi viola”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy