Mareggini e il rigore parato alla Juve: “Sapevo che De Agostini avrebbe incrociato il tiro”

Mareggini e il rigore parato alla Juve: “Sapevo che De Agostini avrebbe incrociato il tiro”

“Ero molto amico di Baggio e non mi aspettavo che non tirasse il rigore”

di Redazione VN

Intervistato da Viola Week, inserto settimanale de La Nazione dedicato alla Fiorentina, l’ex viola Gianmatteo Mareggini ha ricordato il rigore parato contro la Juventus nella stagione 1990-91: “E’ stata la più grande gioia della mia carriera, ero al primo anno in A ed ero un prodotto del vivaio, dove ero stato accolto da un maestro come Sergio Cervato. Vincere contro la Juventus parando un rigore era quanto di più bello avessi potuto immaginare. Ero molto amico di Roberto (Baggio, ndr) e non mi aspettavo che non tirasse il rigore. Ma a questo ho pensato dopo la partita perché ero concentrato solo sulla palla. Avevo studiato i rigori di De Agostini e sapevo che, da mancino, incrociava il tiro quando cercava la soluzione in sicurezza. Pensai che avrebbe fatto la stessa cosa, mi buttai sulla mia sinistra e deviai il pallone”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy